Ritratto del rettore generale dell'Ordine dei Canonici Lateranensi Gian Crisostomo Zanchi

Moroni Giovan Battista

Ritratto del rettore generale dell'Ordine dei Canonici Lateranensi Gian Crisostomo Zanchi

Descrizione

Autore: Moroni Giovan Battista (1520/ 1578)

Cronologia: ca. 1545 - ca. 1550

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: tela/ pittura a olio

Misure: 50 cm x 58 cm

Notizie storico-critiche: Registrata da F. M. Tassi (1793) nel Convento di S. Spirito, di cui lo Zanchi fu abate dei Canonici Lateranensi, con la soppressione del Convento pass˛ in proprietÓ al conte Caleppio che lo don˛ all'Accademia degli Eccitati, dove rimase fino 1797. Dopo varie vicessitudini (nell'anno della Rivoluzione il dipinto fu messo in salvo dall'abate Cristoforo Negri) arriv˛ nel 1818 all'Ateneo di Bergamo e infine alla Biblioteca Civica Angelo Mai di Bergamo. Ora si trova in deposito presso l'Accademia Carrara di Bergamo.
Il ritratto Ŕ il prototipo da cui il Micheli trasse la sua incisione per la "Scena Letteraria degli scrittori bergamaschi" di Donato Calvi (Bergamo, 1664). Una copia del dipinto, documentata presso la Bibiblioteca Civica Angelo Mai di Bergamo, Ŕ stata recentemente assegnata ad Antonio Cifrondi.
Mina Gregori ha proposto una datazione intorno al 1565-1566, anno di morte di Giovan Crisostomo, mentre Francesco Rossi ha anticipato la realizzazione al 1559, quando lo Zanchi divenne rettore generale dei canonici lateranensi ("Patrimoni svelati", 2001). Recentemente Rossana Sacchi l'ha datato al 1545-1550 ca.

Collocazione

Bergamo (BG), Palazzo Frizzoni

Credits

Compilazione: Colombo, Silvia (1999)

Aggiornamento: Trichies, Silvia (2001); Civai, Alessandra (2006); Muzzin, Silvia (2006); Civai, Alessandra (2014); Fracassetti, Lisa (2014)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)