Annunciazione

Bianchi, Federico

Annunciazione

Descrizione

Autore: Bianchi, Federico (1635 - 1719)

Cronologia: - ante 1719fine/inizio secc. XVII/ XVIII

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: tela/ pittura a olio

Misure: 182 cm x 281 cm (intero)

Descrizione: Il soggetto dell'Annunciazione, uno dei pių consueti nell'iconografia sacra controriformista, č qui trattato secondo la tradizione postridentina: non pių l'ambientazione dell'evento entro una stanza, con l'Angelo e la Vergine soli protagonisti, ma un'articolata e complessa composizione, sospesa tra terra e cielo, cui anche partecipano angeli, putti e cherubini i quali, variamente e graziosamente atteggiati sulle nubi, commentano sorridenti e plaudono l'azione principale. Flessuose ed eleganti le pose delle due figure principali, i panneggi morbidamente plastici, i corpi dall'andamento sinuoso, gli arti finemente disegnati, i volti sensibili ed espressivi: quello dolcemente comunicativo dell'angelo annunciante e quello quietamente sorpreso di Maria, che arretra e alza la mano per lo stupore.
La cultura figurativa cui fa riferimento la grande pala della collezione Strozzi č certamente quella lombarda derivata dai Procaccini, sia da Giulio Cesare (sua l'Annunciazione nella Sacrestia Nuova della Certosa di Pavia), di cui si riconoscono alcuni stilemi e l'impronta del dinamismo barocco, sia dal nipote Ercole il giovane. Alla bottega di quest'ultimo si era formato Federico Bianchi, attivo a Milano a partire dal 1658.

Collocazione

Pavia (PV), Musei Civici di Pavia. Pinacoteca Malaspina

Credits

Compilazione: Tolomelli, Davide (2013); Zatti, Susanna (2013)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)