Gatto in agguato

Covili Gino

Gatto in agguato

Descrizione

Identificazione: Gatto

Autore: Covili Gino (1918/), autore

Cronologia: 19721972/03/22

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: olio/ matita/ pastelli su tela applicata su compensato

Misure: 20 cm x 20 cm

Descrizione: Gatto selvatico su tetto di coppi; notturno

Notizie storico-critiche: Covili prende spesso come soggetto della sua pittura gli animali che popolano le campagne e i boschi della sua terra.
Il gatto solitamente raffigurato sia nella sua natura domestica (come consueta compagnia dei contadini nelle raffigurazioni di interni), sia nella sua natura selvatica. In quest'ultimo caso l'animale diventa protagonista della scena, spesso coinvolto con i suoi simili in furiose zuffe nei campi, come in due dipinti cronologicamente vicini a questo della collezione Lajolo (De Micheli M., 1974).
In quest'ultimo l'animale compare, soggetto isolato, nella dimensione notturna che ne accentua la natura selvatica, consentendo al pittore di raffigurarlo con l'aspetto feroce che hanno tigri e altri felini esotici nei dipinti del naif Ligabue.
Come soggetto isolato il gatto selvatico rappresentato anche in un disegno del 1968 (Faggi/ Luisi, 1985).
La dedica sul retro indica che il dipinto stato consegnato direttamente dall'artista ad Angela Candiani, sua cara amica, probabilmente in forma di dono.
La data di questo passaggio si presume vicina a quella di esecuzione del dipinto.

Collocazione

Milano (MI), Fondazione Davide Lajolo

Credits

Compilatore: Ciottoli Sollazzo, Nora (2004)

Funzionario responsabile: Crippa, Antonella

Ultima modifica scheda: 17/09/2020

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)