Dipinto

Maffi Ugo

Dipinto

Descrizione

Autore: Maffi Ugo (1939/), autore

Cronologia: 1969

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: tempera su carta

Misure: 50 cm x 35 cm

Descrizione: Composizione con fasce orizzontali di colore grigio e nero

Notizie storico-critiche: Questa composizione astratta, se confrontata con alcuni dipinti di Maffi dello stesso anno, è verosimile possa rappresentare delle "mummie".
Nei dipinti che hanno tale soggetto, infatti, il motivo delle fasce orizzontali diviene dominante, pur restando normalmente leggibile la presenza dell'elemento figurativo (Lajolo/ Munari/ Carlesi, 1980).
Nel caso invece di quest'opera della collezione Lajolo, l'adesione dell'artista ai modi informali sembra condurlo a sperimentare la perdita di qualunque volontà di rappresentazione.
Le "mummie", i "prigonieri", gli "ostaggi", i "guerrieri" sono alcune delle figure che popolano i paesaggi raffigurati dall'artista nel corso degli anni '70, quando sui paesaggi e sulle campagne dipinte precedentemente da Maffi comincia a calare un presagio di morte.
Le rive del fiume si popolano allora di figure: emergono le mummie, "creature bendate che innalzano i segnacoli della malattia, della crudeltà di un fato che s'accanisce sull'uomo indifeso", ed i guerrieri, "gli emblemi della violenza provocata da altri uomini". Come prosegue l'introduzione a questo capitolo, "forse il ricordo della guerra, forse l'eco di una realtà che preme stanno a fondamento della serie delle aggressioni" (Lajolo/ Munari/ Carlesi, 1980).

Collocazione

Milano (MI), Fondazione Davide Lajolo

Credits

Compilazione: Ciottoli Sollazzo, Nora (2005)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)