Figura

Serafini Giuseppe

Figura

Descrizione

Identificazione: VOLTO DI DONNA

Autore: Serafini Giuseppe (1915/ 1987), autore

Cronologia: post 1970 - ante 1980

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: inchiostri tipografici su cartone inciso

Misure: 10 cm x 10 cm

Descrizione: Volto di giovane donna con lunghi capelli sciolti; una linea nera incisa segna i lineamenti, i segni del volto, i capelli

Notizie storico-critiche: Il dipinto raffigura uno dei soggetti tipici della pittura di Beppe Serafini, quello del volto femminile.
Donne comuni, contadini, gente umile, "protagonisti dolenti dell'esistenza quotidiana", secondo una definizione di De Micheli del 1973, sono le presenze dominanti nella pittura dell'artista toscano (Beppe Serafini, 1997).
I personaggi femminili di Serafini, soggetto di entrambi i suoi lavori presenti nella collezione Lajolo, hanno grandi occhi rotondi, labbra carnose e il volto segnato da linee che ne raccontano lo stato d'animo o il passaggio del tempo.
Il volto occupa generalmente la quasi intera superficie dipinta.
La tecnica quella da lui ideata, che consiste nella stesura del colore su cartone poi inciso con una linea dinamica che segna dettagli e contorni.
Una datazione del dipinto risulta difficile dal momento che il percorso artistico di Serafini non si snoda attraverso fasi diversamente caratterizzate.
Davide Lajolo gli dedica un primo articolo nel 1973, su "Giorni Vie Nuove (Lajolo, 1973).
In quell'anno l'artista presente per la prima volta a Milano con due personali: una al Circolo De Amicis, l'altra alla galleria Mainieri di Milano, dove viene presentato da Mario De Micheli.
L'ingresso delle due opere nella collezione Lajolo potrebbe risalire a quell'occasione o agli anni successivi fino al 1980, quando per l'ultima volta l'artista a Milano, al "Circolo dei Longobardi", presentato da Milena Milani.

Collocazione

Milano (MI), Fondazione Davide Lajolo

Credits

Compilazione: Ciottoli Sollazzo, Nora (2005)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)