Figura antropomorfa

Fabbri Agenore

Figura antropomorfa

Descrizione

Autore: Fabbri Agenore (1911/ 1998), autore

Cronologia: ca. 1960 - ca. 1970

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: tempera su carta applicata su cartone

Misure: 34,5 cm x 50 cm

Descrizione: figura antropomorfa dal profilo allungato, costruita al suo interno da piccoli elementi decorativi; sembra attraversare un varco rosso tra due pareti nere; colore steso in maniera omogenea

Notizie storico-critiche: La tempera, non datata, potrebbe essere stata realizzata nel corso degli anni '60.
In questo decennio Fabbri realizza in scultura "personaggi spaziali e lunari", prefigurazione dell'uomo nel futuro che lo attende. Come nota De Micheli, in questi lavori "la figurazione antropomorfa tende sempre più a scomparire per lasciare il posto a coagulate e rugose materie irte di "inserti" vagamente tecnologici." (De Micheli M. 1972). Le parole di De Micheli bene si adattano anche a questo dipinto della collezione Lajolo, dove l'intera figura, dalla sagoma umana eccessivamente allungata e geometrica, appare fittamente iscritta di segni grafici, quasi traduzione nel linguaggio pittorico di quella materia scultorea "irta di inserti" cui si riferisce il critico.
Nel dipinto si possono inoltre trovare riferimenti anche alla contemporanea serie delle "lacerazioni" e dei "legni spaccati": si tratta di tavole nere aperte da squarci di colore rosso nelle quali Fabbri sperimenta una scultura lontana da ogni figurazione che sembra però fornire l'ambientazione spaziale in cui si muove il personaggio rappresentato.
I dipinti che Fabbri realizzerà successivamente, come quelli della serie dei "Giardini pubblici" a partire dalla metà degli anni '80, oltre che lontani nella tematica, presentano elementi figurali con contorni meno netti e superfici di colore non omogenee.

Collocazione

Milano (MI), Fondazione Davide Lajolo

Credits

Compilazione: Mattio, Fiorella (2007)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)