Ricchi e poveri

Morando Pietro

Ricchi e poveri

Descrizione

Identificazione: Mendicanti e ricco signore

Autore: Morando Pietro (1892/ 1980), autore

Cronologia: ca. 1965 - ca. 1970

Tipologia: disegno

Materia e tecnica: carboncino su carta

Misure: 500 mm x 705 mm

Descrizione: in posizione centrale, visto di spalle, è raffigurato un uomo mentre cammina per la strada con bastone da passeggio e cagnolino al guinzaglio; quattro figure di mendicanti disegnate vicino ai margini del foglio gli tendono la mano in richiesta di elemosina

Notizie storico-critiche: Rientrato ad Alessandria in seguito alla partecipazione alla Grande Guerra, dopo il successo ottenuto con i disegni eseguiti al fronte, Morando sceglie come soggetto della sua pittura la povera gente della sua terra: contadini, lavoratori in sciopero, viandanti e mendicanti.
La scena raffigurata in questo carboncino, in cui un ricco signore passeggia per la strada in mezzo a mendicanti che chiedono l'elemosina, mette in evidenza il divario esistente tra condizione di ricchezza e condizione di povertà.
Esiste un olio su tela quasi identico al disegno della collezione Lajolo, se non per il diverso abito del ricco signore e per il fatto che non tutti i poveri passanti incontrati per strada tendono la mano per mendicare (Lajolo D. 1976, f. 40).
Uomini e donne sono rappresentati secondo la tipologia stilizzata che Morando adotta a partire all'incirca dagli anni '40, che trasforma le figure in personaggi magri e spigolosi, con accentuati nasi puntuti. Tipici dell'ultima fase di attività sono anche la stesura piatta e omogenea dei colori e il netto e spesso tratto nero che delinea oggetti e figure. Una scelta stilistica voluta dall'artista perchè ritenuta di facile lettura e quindi rispondente al suo desiderio di comunicare con il pubblico più semplice.

Collocazione

Milano (MI), Fondazione Davide Lajolo

Credits

Compilazione: Mattio, Fiorella (2007)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)