Figura femminile nuda

Scalvini Giuseppe

Figura femminile nuda

Descrizione

Autore: Scalvini Giuseppe (1908/ 2003), autore

Cronologia: ca. 1950 - ca. 1980

Tipologia: disegno

Materia e tecnica: carboncino su carta

Misure: 320 mm x 465 mm

Descrizione: figura di donna, nuda, semisdraiata e appoggiata a terra con il braccio sinistro; le gambe sono accavallate una sull'altra; sul ginocchio alzato Ŕ posata la mano destra; il corpo occupa in senso orizzontale il foglio, con la testa sulla destra e i piedi sulla sinistra

Notizie storico-critiche: Il disegno Ŕ un omaggio dello scultore alla bellezza femminile.
I ritratti di donna sono un soggetto frequente nei disegni e nella plastica di Scalvini: la prima scultura da lui eseguita, nel 1930, Ŕ appunto un' "Eva". Seguono poi, nel periodo del dopoguerra e dell'adesione alla tendenza realista, ritratti di mondine, spigolatrici, fino ad arrivare alla grande "MaternitÓ" terminato nel 1970 (De Micheli 1996).
Questo disegno della collezione Lajolo risulta difficile da datare: donato allo scrittore da Scalvini stesso, la sua esecuzione potrebbe risalire agli anni della loro frequentazione, che ha inizio giÓ a partire dal 1951. A questa data la conoscenza tra i due Ŕ testimoniata da un racconto dello scrittore riguardante la vicenda dell'alluvione nel Polesine: come direttore de "L'UnitÓ" infatti, egli propose allora ad un gruppo di artisti, tra i quali Scalvini, di visitare insieme a lui i paesi del Delta Padano allo scopo di raccogliere testimonianze da pubblicare sul giornale, come poi venne fatto (Lajolo 1984).

Collocazione

Milano (MI), Fondazione Davide Lajolo

Credits

Compilazione: Mattio, Fiorella (2007)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).