Underground

Bergolli Aldo

Underground

Descrizione

Identificazione: Veduta della metropolitana

Autore: Bergolli Aldo (1916/ 1972), autore

Cronologia: 1961

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: acquerello/ china su carta

Misure: 63 cm x 82 cm

Descrizione: spazio geometrico con punto di fuga in alto al centro e soffitto piatto da cui sembra entrare luce; a sinistra groviglio di elementi filiformi

Notizie storico-critiche: Il dipinto appartiene alla serie delle "Metropolitane" (1958-1966), apertasi in seguito alle sperimentazioni condotte da Bergolli nell'ambito della poetica spazialista.
In questo lavoro della collezione Lajolo troviamo tutti gli elementi che caratterizzano le opere di questo nuovo ciclo pittorico: il soggetto raffigurato è quello dei sotterranei della metropolitana; uno spazio fatto di fughe di rotaie, di tunnel, di scale e di porte, il cui il rigore geometrico contrasta con grovigli di elementi filiformi che rappresentano un'umanità anonima e senza volto, costretta in un ambiente inospitale illuminato da squarci di luce.
"La lettura di queste opere è multipla per la loro ricchezza di ambiguità; vi si può vedere una rappresentazione simbolica dell'inconscio che, allo stesso modo, è strutturato spazialmente e non temporalmente; vi si possono vedere atmosfere oniriche; o figure di alienazione. Certo che con esse Bergolli ha dato immagine, squallida e poetica, alla condizione impaurita dell'uomo a metà del secolo." (Tassi 1977).
Sulla genesi di questi lavori hanno una forte influenza i soggiorni di Bergolli a Londra (il primo avviene nel 1956) e l'incontro, oltre che con le undergroung londinesi, con la pittura di Graham Sutherland, di Francis Bacon ed anche con la scultura di Alberto Giacometti, segnalato in Italia da Emilio Tadini in uno scritto del 1958 (Astrologo 2005).
L'opera della collezione Lajolo viene regalata ad Angela Candiani dal giornalista Guido Vergani nel periodo in cui entrambi lavorano per il settimanale "Tempo Illustrato" (2000, comunicazione orale). La Candiani infatti è segretaria di redazione per la suddetta rivista dal 1960 al 1974.

Collocazione

Milano (MI), Fondazione Davide Lajolo

Credits

Compilazione: Mattio, Fiorella (2007)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)