Busto maschile

D'Andrea Lorenzo

Busto maschile

Descrizione

Autore: D'Andrea Lorenzo (1943/), autore

Cronologia: 1973

Tipologia: disegno

Materia e tecnica: china su carta grigia

Misure: 163 mm x 230 mm

Descrizione: busto di vecchio con la barba; sguardo rivolto verso sinistra; il volto del personaggio Ŕ accuratamente eseguito, con le zone d'ombra e le rughe raffigurate da un fine tratteggio; il resto della figura invece - un copricapo e l'ampio collo dell'abito - sono indicati con pochi e semplici tratti

Notizie storico-critiche: Il disegno sembra essere una copia tratta da un dipinto antico.
L'attenzione di D'Andrea nei confronti dell'arte del passato si rivelerÓ a fine decennio preponderante in una serie di opere di genere surrealista, realizzate a partire dal 1977, in cui riferimenti alla pittura antica si mescolano con richiami alla moderna societÓ dei consumi (Lorenzo D'Andrea 1984).
D'Andrea, che aveva conosciuto Davide Lajolo grazie all'amico comune Fausto Liberatore, da allora era in rapporti amichevoli sia con lo scrittore che con Angela Candiani, sua compagna. A lei sono dedicati molti dei lavori del pittore conservati in collezione, tra cui questo disegno raffigurante il vecchio con la barba.
La Candiani ricorda che egli passava di frequente al giornale e lasciava disegni eseguiti sul momento (2000, comunicazione orale).
Nella testimonianza raccolta, la Candiani non specifica per˛ se si trattasse della sede della rivista "Tempo Illustrato", dove in quegli anni lavorava lei stessa (1960-1974), di quella di "Giorni Vie Nuove", settimanale allora diretto da Lajolo (1969-1978), oppure di quella de "Il Mondo", dove per un periodo hanno lavorato sia lei che Lajolo tra il 1975 e il 1978.
Con "Giorni Vie Nuove" D'Andrea collabora tra il 1974 e il 1975, accompagnando con suoi disegni le pagine del romanzo di Lajolo "Diario spregiudicato del dopoguerra", pubblicato a puntate sul settimanale.

Collocazione

Milano (MI), Fondazione Davide Lajolo

Credits

Compilazione: Mattio, Fiorella (2007)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).