Paesaggio rurale

Grada Raffaele De

Paesaggio rurale

Descrizione

Autore: Grada Raffaele De (1885/ 1957), autore

Cronologia: ca. 1949 - ante 1957

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: acquerello/ matita su carta giallina

Misure: 30 cm x 38 cm

Descrizione: piccolo edificio accanto ad un albero su terreno pianeggiante; sullo sfondo, colline e montagne; in primo piano sulla sinistra, superficie azzurra (terreno erboso o acqua di un lago); colori nei toni dell'azzurro, del verde e dell'ocra, steso in modo da essere più carico sui profili e molto leggero sulle superfici

Notizie storico-critiche: L'opera fa parte dell'abbondante produzione di acquerelli realizzati da Raffaele De Grada nel corso della sua carriera.
Scrive Magda De Grada, moglie del pittore, che, mentre i disegni venivano da lui eseguiti in funzione del quadro, in generale gli acquerelli erano fine a sè stessi (De Grada M. 1976).
I soggetti sono gli stessi affrontati nei dipinti: paesaggi, prevalentemente della campagna toscana e lombarda, realizzati in maniera leggera e vibrante di luce tenue, con un linguaggio formale che discende dalla ricerca di Cezanne e di Corot.
Come racconta il critico Raffaele De Grada, figlio del pittore, quasi mai gli acquerelli del padre riportano l'indicazione della data d'esecuzione (Paesaggi Raffaele 1951).
Ciò accade anche nel caso di quest'opera della collezione Lajolo, che una testimonianza dello stesso Davide Lajolo aiuta a collocare negli ultimi anni d'attività dell'artista. Lo scrittore ricorda infatti che De Grada passava spesso a trovarlo nella sede milanese de "l'Unità", negli anni in cui egli ne era direttore, tra il 1949 e il 1958: "Portava sempre un disegno o un acquarello nascosto in un giornale. "Avete le pareti vuote in questa redazione. Se vi piace, eccolo." (Lajolo 1984).

Collocazione

Milano (MI), Fondazione Davide Lajolo

Credits

Compilatore: Mattio, Fiorella (2007)

Funzionario responsabile: Ciottoli Sollazzo, Nora

Ultima modifica scheda: 17/09/2020

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)