Maternità

Spadini, Armando

Maternità

Descrizione

Identificazione: Moglie del pittore con la figlia fra le braccia

Autore: Spadini, Armando (1883/1925)

Cronologia: ca. 1911

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: olio su tela

Misure: 72 x 98

Notizie storico-critiche: In primo piano, di tre quarti, una giovane donna sorridente (Pasqualina, la moglie dell'artista, conosciuta all'Accademia di Firenze nel 1906, allieva di Giovanni Fattori), con il seno nudo, avvolta in un'ampia vestaglia a righe, siede tenendo in braccio una bambina di qualche mese addormentata (la figlia Anna); sfondo scuro. L'opera si caratterizza per la pennellata larga e polposa sul modello degli esempi veneti e spagnoli che Spadini amava. Il rimando alla grande tradizione del passato, oltre che dall'abito ampio e gonfio della donna, Ŕ testimoniato soprattutto dalla tavolozza giocata sui toni ambra e verdi, dai quali per˛ si stacca, modernissimo, il colore tenero e luminoso della veste azzurra di Anna, la figlia nata da pochi mesi. L'opera venne realizzata in un periodo non sereno per Spadini: il primogenito Mario era infatti morto agli inizi del 1910 e l'artista non riusciva ad ambientarsi a Roma dove si era trasferito nella primavera dello stesso anno. Nell'opera tuttavia queste ombre sembrano essere scomparse e la scena ha un tono sereno e felice, nel sorriso della moglie e nel sonno tranquillo della bimba. La tela all'interno della Collezione Mondadori Ŕ l'unica che mantenga, nella nobiltÓ di impianto e nella tavolozza bruna e ombrosa, alcune caratteristiche del periodo fiorentino di Spadini, quello caratterizzato maggiormente dall'influenza "veneto-spagnola".

Collezione: Collezione Mondadori del Museo Civico di Palazzo Te

Collocazione

Mantova (MN), Museo Civico di Palazzo Te

Credits

Compilazione: Pisani, Chiara (1995)

Aggiornamento: Pisani, Chiara (2006); Pisani, Chiara (2011)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)