Studio di figure

Spadini, Armando

Studio di figure

Descrizione

Identificazione: Studio di bambini

Autore: Spadini, Armando (1883/1925)

Cronologia: ca. 1922

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: olio su tela

Misure: 52 x 66

Notizie storico-critiche: Un gruppo di tre bambini visti di lato, da un punto di visto rialzato, guardano verso destra a qualcosa che è fuori dal campo visivo del dipinto; in primo piano è raffigurata la bambina dai capelli raccolti in una treccia arrotolata intorno al capo e fermata da un cerchiello, lo sguardo assorto, le mani intrecciate; in secondo piano due bambini abbracciati intenti ad osservare anch'essi qualcosa che sembra stupirli. I tre bambini sono i figli di Spadini: Anna, Andrea e Maria. Si tratta probabilmente di uno studio per una raffigurazione più ampia che poi non è stata realizzata. L'opera va datata 1922 contemporaneamente alla celebre serie di bambini con i peschi eseguita a Civitavecchia nell'estate di quell'anno. La raffigurazione ha un andamento circolare, sottolineato dall'abbraccio di Andrea alla sorella Maria. Questo gesto, frequente nei lavori di Spadini, sembra voler esprimere visivamente il senso di comunione e di chiusa affettività famigliare dell'artista. Pittura e famiglia sono per Spadini un tutt'uno inscindibile, da cui difficilmente si stacca. Pur nell'incompiutezza, o forse grazie proprio a questa, il dipinto appare come uno dei più riusciti ritratti famigliari di Spadini, in sapiente equilibrio tra precisione fisionomica, tensione espressiva e scioltezza esecutiva. La tela si inserisce nell'ultima produzione di Spadini che vede un netto cambiamento dal punto di vista cromatico con la semplificazione della tavolozza e l'assestamento su pochi colori di base.

Collezione: Collezione Mondadori del Museo Civico di Palazzo Te

Collocazione

Mantova (MN), Museo Civico di Palazzo Te

Credits

Compilazione: Pisani, Chiara (1995)

Aggiornamento: Pisani, Chiara (2006); Pisani, Chiara (2011)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)