ALLEGORIA DELLA PACE

Pippi Giulio detto Giulio Romano; Primaticcio Francesco (attr.)

ALLEGORIA DELLA PACE

Descrizione

Autore: Pippi Giulio detto Giulio Romano (1499 ca./ 1546), ideatore / esecutore; Primaticcio Francesco (attr.) (1504/ 1570), esecutore

Cronologia: ca. 1527 - ca. 1528

Tipologia: scultura

Materia e tecnica: stucco; stucco a stampo

Misure: 0,62 m x 1,02 m

Notizie storico-critiche: Lo spazio romboidale di questo lacunare abitato da una figura femminile stante, volta a sinistra, effigiata nell'atto di dar fuoco ad una pila di armi. Si tratta di una personificazione della pace desunta dalla monetazione imperiale romana. Come argomentato da Francesca Vinti (1995, p. 107), lo schema iconografico - gi utilizzato nelle logge vaticane - semplificato rispetto alla formula numismatica attraverso l'eliminazione della cornucopia.
Per l'accentuato slancio del corpo e delle membra, per la freschezza con la quale il gesto della figura viene colto e per la maniera disinvolta con la quale i dettagli si inseriscono nella composizione del rilievo, Ugo Bazzotti (Primaticcio. Un bolognese alla corte di Francia, 2005, p. 70), ravvisa in questo lacunare la mano di Francesco Primaticcio.
Amedeo Belluzzi (1998) assegna a questo rilievo in stucco il numero 284.
La cornice che delimita lo spazio della losanga decorata con un kymation (ionico), ed stata eseguita per prima, a mezzo di stampo. All'interno dello scomparto stata poi stesa la malta di fondo, sulla quale stato riportato il disegno del rilievo. Sulla base di questo stata poi modellata in loco la figura, realizzata su di un'anima in chiodi di ferro, conficcati nella muratura in laterizio della volta.
Tanto la cornice quanto la figurazione sono eseguite in due strati: uno sottostante pi leggero, poroso e grigio rosato, ed uno superficiale pi chiaro e compatto. La finitura originale prevedeva uno scialbo a calce di cui sono rimaste poche tracce. L'azzurro del fondo del lacunare di restauro, ma ripropone l'originale cromia cinquecentesca.

Collocazione

Mantova (MN), Museo Civico di Palazzo Te

Credits

Compilazione: Bonoldi, Lorenzo (2008)

Aggiornamento: Pisani, Chiara (2010)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)