AMORINI v. Putti

Pippi Giulio detto Giulio Romano

AMORINI v. Putti

Descrizione

Autore: Pippi Giulio detto Giulio Romano (1499 ca./ 1546), disegnatore / pittore

Cronologia: post 1526 - ca. 1528

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: olio su intonaco; stucco dorato

Misure: 210 cm x 121 cm

Notizie storico-critiche: L'unghia destra del lato occidentale della volta abitata da un amorino in atto di suonare una voluminosa lira. La figura, in scorcio prospettico, posa i piedi su vaporose nubi bianche, tenendo sollevata leggermente la gamba destra per aiutarsi a reggere lo strumento. La lira, che possibile immaginare in legno dorato, caratterizzata da undici corde e da bracci terminanti in volute contrapposte. La struttura dello strumento, con giogo e base lineari, molto semplice e decisamente simbolica in quanto palese la mancanza di cassa armonica: questo tipo di immagine, assai frequente nella decorazione pittorica e plastica del palazzo (un esempio su tutti pu essere costituito dalla lira imbracciata da Apollo sulla volta della Camera dei Giganti, piuttosto simile a quella in esame), corrisponde al modo pi comune di figurare lo strumento nel XVI secolo, scevro da intenzioni di correttezza musicologica o archeologica. Non si individuano tracce di riporto del disegno sul supporto. Le misure dell'unghia non sono comprensive delle cornici in stucco dorato.

Collocazione

Mantova (MN), Museo Civico di Palazzo Te

Credits

Compilazione: Marocchi, Giulia (2011)

Aggiornamento: Pisani, Chiara (2011)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)