AMORINI v. Putti

Pippi Giulio detto Giulio Romano

AMORINI v. Putti

Descrizione

Autore: Pippi Giulio detto Giulio Romano (1499 ca./ 1546), disegnatore / pittore

Cronologia: post 1526 - ca. 1528

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: olio su intonaco; stucco dorato

Misure: 217 cm x 106 cm

Notizie storico-critiche: L'unghia destra del lato meridionale della volta abitata da due amorini: il protagonista della scena, seduto sulle nubi e ritratto di profilo, impegnato a cantare e a suonare un organo, mentre un secondo amorino, in posizione decisamente secondaria, al centro, ascolta con sguardo sereno le note e osserva il compagno. L'organista porta una coroncina di foglie sul capo e una striscia in tessuto rossa alla spalla sinistra, forse da identificare con parte di una faretra. Sullo strumento musicale posato uno spartito dalla coperta rossa, sul quale si scorgono pentagrammi e note. Il rilievo grafico della volta di Ippolito Andreasi documenta in quest'unghia l'originaria presenza di un terzo amorino seduto sulle nubi nella parte destra dello scomparto, con le spalle volte allo spettatore: la figura, come sottolinea Belluzzi, risulta gi perduta nel primo Ottocento, in quanto l'incisione realizzata da Pietro Biaggi mostra le sole due figure apprezzabili oggi. Tracce superstiti, irrilevanti di questa terza figura sono state scoperte durante il restauro ICR del 1986, al di sotto dei rifacimenti delle nubi. Non si individuano tracce di riporto del disegno sul supporto. Le misure dell'unghia non sono comprensive delle cornici in stucco dorato.

Collocazione

Mantova (MN), Museo Civico di Palazzo Te

Credits

Compilazione: Marocchi, Giulia (2011)

Aggiornamento: Pisani, Chiara (2011)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)