Il fiume

Intorno al Po e al Ticino, unici corsi d’acqua navigabili, si Ŕ formato nel tempo uno strato di lavoratori che viveva praticando mestieri legati all’acqua, alle operazioni di bonifica o di manutenzione dell’argine e del corso del fiume: barcaioli, traghettatori, renaioli, scarriolanti, pescatori, lavandaie.
Questa societÓ marginale conduceva un’esistenza povera segnata da lavori precari e faticosi, ma deteneva quel profondo bagaglio di conoscenze necessario per vivere del fiume facendone una risorsa e un fattore indispensabile nell’economia della pianura irrigua.