AMX "Ghibli" - aereo - meccanica

Aeritalia; Aermacchi; Embraer

AMX "Ghibli" - aereo - meccanica

Descrizione

Aereo da attacco al suolo monomotore a getto, ad ala alta disposta a freccia. L'armamento aria-aria prevede 2 missili a guida a infrarossi installati sulle rampe di estremità alari. L'armamento aria-terra include una vasta gamma di bombe inerti, a guida laser e GPS. L'AMX è dotato di due piloni subalari per ogni ala e di un pilone ventrale. I piloni subalari esterni possono trasportare carichi fino a 1000 libbre (circa 450 kg) e quelli interni carichi fino a 2000 libbre (circa 900 kg) e sono tutti in grado di utilizzare serbatoi subalari sganciabili. Il pilone centrale di fusoliera può trasportare carichi fino a 2000 libbre. Sui piloni interni e sul centrale di fusoliera possono essere installati dei raddoppiatori di carichi.

Funzione: Concepito come aereo d'attacco al suolo leggero monoposto (AMX) e come aereo da addestramento avanzato biposto con capacità di attacco (AMX-T).

Notizie storiche: Cacciabombardiere e ricognitore ognitempo in servizio operativo con l¿Aeronautica Militare e la Forza Aerea Brasileira anche nella versione biposto AMX-T da addestramento avanzato. Svolge missioni di supporto ravvicinato, ricognizione ed aerocooperazione con le forze di superficie. Nato dal requisito italiano CBR-80, al quale si associò poi il Brasile, l¿AMX fu portato in volo il 15 maggio 1984 da Torino-Caselle da Manlio Quarantelli (1926-1984). Il consorzio AMX International formato da Aeritalia (46,5%) e Aermacchi (23,8) ed Embraer (29,7) ha prodotto 199 AMX (37 biposto), dei quali 49 completati da Aermacchi a Venegono Superiore (Varese). Dal 1989 l¿Aeronautica Militare ha ricevuto 136 AMX (26 biposto). Assegnati a quattro stormi sono stati impiegati con buoni risultati sui Balcani, in Afghanistan (dal 2009, con il distaccamento "Black Cats") e sulla Libia. Oggi sono in servizio con il 51° Stormo di Istrana (Treviso) e il 32° Stormo di Amendola (Foggia). L¿AMX esposto presso Volandia è il quinto prototipo (A.05, matricola militare X-599), assemblato da Alenia e portato in volo da Egidio Nappi il 26 luglio 1986 da Torino-Caselle. Impiegato principalmente per le prove di armamento, ha operato soprattutto da Decimomannu (Cagliari). Qui, dopo 489 voli per 625,32 ore, ha effettuato l¿ultimo volo il 6 novembre 1995. Ceduto a Volandia dall¿Aeronautica Militare, è stato preparato per l¿esposizione dal 3° Reparto Manutenzione Velivoli di Treviso. E' il primo AMX esposto in un museo.

Autore: Aeritalia (costruttore) (1969-); Aermacchi (costruttore) (1913-2003); Embraer (costruttore) (1969-)

Datazione: post 1984 - ante 1984

Materia e tecnica: metallo

Categoria: meccanica

Misure: 13,23 m x 9,97 m x 4,55 m (intero)

Peso: 6700 kg (intero (a vuoto))

Peso: 13000 kg (intero (massimo al decollo))

Collezione: Collezione di Volandia - Parco e Museo del Volo

Collocazione

Somma Lombardo (VA), Volandia - Parco e Museo del volo

Credits

Compilazione: Uva, Cristina (2015)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)