Autoclavi a formaldeide per lavaggio materassi - meccanica

Autoclavi a formaldeide per lavaggio materassi - meccanica

Descrizione

Quattro autoclavi originariamente utilizzate per il lavaggio in particolare dei materassi in uso presso il Villaggio Sanatoriale. Il locale lavanderia era diviso nelle aree dello sporco e del pulito. Un sistema di binari montati sul soffitto movimentava i materassi facendoli giungere fino ai portelloni delle autoclavi. Questi si aprivano su un grosso vano interno nel quale posizionato un grosso carrello che, scorrendo su dei binari nel pavimento, fuoriesce dall'autoclave stessa. Sul carrello venivano cos posizionati i materassi sporchi e, una volta inseriti, veniva azionata l'autoclave la cui azione disinfestante era garantita da delle pastiglie di formaldeide. Terminata la sterilizzazione veniva aperto il vano tramite lo sportello di uscita, del tutto omologo a quello di ingresso, ma posizionato sul lato opposto del vano, nella sezione dell'ambiente dedicata al circuito del pulito. Ciascuno sportello caratterizzato da una sorta di timone per la chiusura ermetica dello stesso, mentre ogni autoclave caratterizzata da una pulsantiera di comandi e da alcuni quadranti di controllo tra i quali si riconosce un manometro.

Funzione: Disinfestazione e sterilizzazione di biancheria e materassi.

Notizie storiche: Le autoclavi fanno parte della progettazione del Villaggio Sanatoriale. Originariamente erano presenti 6 autoclavi, ora ridotte a 4, nessuna delle quali ancora in funzione. Le macchine, particolarmente adatte per la sterilizzazione della tipologia di materassi in uso nel passato quali materassi di lana o crine, sono rimaste in funzione fino all'incirca agli anni Ottanta. Nell'ottica di autosufficienza che caratterizzava tutta la struttura del complesso sanatoriale, la lavanderia era anche il locale dove veniva cucita e realizzata la biancheria da utilizzarsi nell'interno complesso ospedaliero e per questo vi si trova tutt'oggi un deposito di macchine da cucire di epoche diverse, residui di tale laboratorio di sartoria. Il circuito del pulito era mantenuto rigorosamente diviso e la biancheria, una volta lavata, veniva distribuita ai singoli reparti tramite le funicolari e un sistema di montacarichi.

Materia e tecnica: metallo; muratura

Categoria: meccanica

Collocazione

Provincia di Sondrio

Ente sanitario proprietario: A.S.S.T. della Valtellina e dell'Alto Lario

Credits

Compilazione: Torelli, Ilaria (2012)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)