Rotaia - industria, manifattura, artigianato

Italsider (officina)

Rotaia - industria, manifattura, artigianato

Descrizione

trafilato in acciaio a forma di fungo con basamento di appoggio.La campionatura visibile dalle allegate immagini presenta una campionatura di rotaie per etÓ ( a partire dal 1880) e per peso per metro lineare; Ŕ anche presentata un'immagine di accoppiamento ruota rotaia

Funzione: Sono sempre accoppiate a distanza fissa ed in parallelo e sono sostegno e guida del treno che vi poggia con i cerchioni delle ruote aventi una particolare sagoma che consente al treno di seguire l'andamento della rotaia e non farlo trasbordare dalla stessa.

Modalità d'uso: Le rotaie accoppiate vengono montate , distanti tra loro 1435 cm. ,mediante piastre di ferro e chiodi speciali chiamati chiavarde ,su traversine in legno della famiglia del rovere preventivamente trattato con speciali essenze che ne garantisono una lunga durata.La lunghezza della rotaia che esce dalla trafila dell'acciaieria Ŕ di 36 metri .Le traversine in rovere sono disposte ad una distanza tra loro di ca. 30 cm e l'insieme montato costituisce una campata che viene posata su un letto di pietrisco di materiale e pezzatura speciale.Le traversine vengono annegate nel pietrisco ,dando stabilitÓ alla posa favorita anche dalla circostanza che il pietrisco Ŕ a spigolo vivo e trattiene l'insieme.Le campate vengono congiunte tra loro mediante delle piastre metalliche rettangolari che vengono imbullonate da entrambe le parti sullo stelo del fungo ,avendo interposto tra le testate del materiale plastico che assorbe i movimenti e soprattutto le deformazioni delle rotaie dovute al caldo.Tale sistema ,che provocava il fastidioso rumore al passaggio della ruota sul giunto ,Ŕ stato eliminato procedendo alla saldatura in posto delle testate delle campate,risolvendo altrimenti l'assorbimento delle dilatazioni.Tutto l'insieme del pietrisco e delle rotaie prende il nome di armamento.La rotaia Ŕ classificata secondo il suo peso per metro lineare.Si era partiti dal 36 Kg/ml per arrivare oggi a 60 Kg /ml. Ci˛ consente maggiore stabilitÓ e quindi maggiori velocitÓ e pesi per il treno

Notizie storiche: Gli spezzoni di rotaia mostrati sono esemplari delle prime case costruttrici e riportano le seguenti scritte previste a rilievo nel fungo di ogni campata: Phoenix R 1879 BST ; Savona 1899 ; Union D 1889.

Autore: Italsider (costruttore) (1905-2009), officina

Datazione: ca. 1879 - ca. 1950

Materia e tecnica: acciaio

Categoria: industria, manifattura, artigianato

Misure: 35 cm x 12 cm

Peso: 13 kg

Collocazione

Saronno (VA), Museo delle Industrie e del Lavoro del Saronnese

Riferimenti bibliografici

Angeleri G./ Focacci C,/ Gaddini C. "Elementi costitutivi della via 4 Parte 1░Il binario corrente", Roma 1975

Angeleri G./ Focacci C,/ Gaddini C. "Lavori al binario 8 Parte 1░ Le operazioni elementari", Roma 1974

Credits

Compilazione: Siena, Arnaldo (2008)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).