Apparecchio di Carré per congelare l'acqua - fisica

Carré Edmond

Apparecchio di Carré per congelare l'acqua - fisica

Descrizione

L'apparecchio di Carré è essenzialmente formato da una pompa pneumatica a pistone azionata da una leva. La pompa può essere messa in comunicazione sia con un piatto e un manometro sia, tramite un secondo tubo (munito di rubinetto), con un serbatoio di piombo recante a sua volta due rubinetti, ai quali si possono adattare delle caraffe piene di acqua.

Funzione: L'apparecchio di Carré costituisce uno dei primi apparecchi di refrigerazione Con il piatto e il manometro, con i quali comunica la pompa, si possono anche ripetere le classiche esperienze della pneumatica.

Modalità d'uso: Il serbatoio è pieno di acido solforico concentrato. Azionando la pompa si provoca un vuoto parziale nelle caraffe, vuoto che provoca una vivace evaporazione dell'acqua. Il vapore acqueo così generato viene assorbito dall'acido solforico. L'evaporazione provoca a sua volta un raffreddamento dell'acqua che, dopo un certo tempo, congela nelle caraffe. Un rubinetto alla base del serbatoio permette l'uscita dell'acido quand'esso è troppo diluito. Un'asta collegata con la leva della pompa aziona un agitatore che provvede a mescolare in continuazone l'acido.

Autore: Carré Edmond (inventore) (1833/ 1894)

Materia e tecnica: ferro; piombo; ottone/ laccatura; rame; vetro

Categoria: fisica

Misure: 55 cm x 122 cm x 120 cm

Collocazione

Pavia (PV), Museo per la Storia dell'Università

Credits

Compilazione: Boffelli, Fabrizio (2009)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)