Opera Selectiora, quae Titianus Vecellius Cadabriensis, et Paulus calliari Veronensis invenerunt et pinxerunt

Lefebre Valentin; Campagnola Domenico

Opera Selectiora, quae Titianus Vecellius Cadabriensis, et Paulus calliari Veronensis invenerunt et pinxerunt

Descrizione

Identificazione: Paesaggio alpestre con architetture e lavandaie

Autore: Lefebre Valentin (1642/ 1680 ca.), incisore / disegnatore; Campagnola Domenico (1500/ 1564), inventore

Cronologia: 1682

Oggetto: stampa

Soggetto: paesaggio

Materia e tecnica: acquaforte

Misure: 392 mm x 270 mm (battuta della lastra); 386 mm x 260 mm (parte incisa)

Notizie storico-critiche: Malgrado l'iscrizione attribuisca l'invenzione del soggetto a Tiziano, secondo Chiari A.M. (1982, p. 116 n. 108) il prototipo della stampa Ŕ un disegno conservato al Louvre e proveniente dalla Collezione Jabach che giÓ nel 1671 veniva attribuito al Campagnola.

Collezione: Fondo Calcografico Antico e Moderno della Fondazione Biblioteca Morcelli-Pinacoteca Repossi

Collocazione

Chiari (BS), Pinacoteca Repossi

Credits

Compilazione: Brambilla, Lia (2003); Scorsetti, Monica (2003)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).