Prospettive di Roma

Canal Giovanni Antonio detto Canaletto; Brustolon Giovanni Battista

Prospettive di Roma

Descrizione

Titolo proprio: Prospectus delubri a Tito Vespasiani filio paci dicati

Identificazione: Veduta di Roma con le rovine della Basilica di Massenzio

Autore: Canal Giovanni Antonio detto Canaletto (1697/ 1768), inventore; Brustolon Giovanni Battista (1712/ 1796), incisore / disegnatore

Cronologia: 1780 - 1781

Oggetto: stampa

Soggetto: veduta

Materia e tecnica: acquaforte

Misure: 356 mm x 270 mm (Parte incisa); 377 mm x 284 mm (lastra)

Notizie storico-critiche: Dopo la morte del Canaletto (1768), gli eredi regalarono a Giovanni Battista Brustolon un album contenente disegni acquerellati con vedute di Roma (Prospettive di Roma); Brustolon decise di incidere tali disegni e il 29 settembre 1780 present˛ domanda di privilegio al Senato di Venezia. A quella data aveva giÓ eseguito tre intagli ma si apprestava a portarne avanti gli altri. In data 7 aprile 1781 il Senato concesse un privilegio ventennale; 22 sono le vedute di Roma incise dal Brustolon. Secondo Alpago-Novello (1940) esistono due stati di tali intagli: I) con titoli in latino; II) con titoli in francese e i cieli completamente rifatti; tale secondo stato sarebbe successivo alla morte del Brustolon.

Collocazione

Bergamo (BG), Accademia Carrara. Gabinetto Disegni e Stampe

Credits

Compilazione: Scorsetti, Monica (2008)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)