« LombardiaBeniCulturali
Sei in: Opere

Chiesa della Madonna della Campagna
Castelvisconti (CR)

Indirizzo: Strada Provinciale 65 - Campagna, Castelvisconti (CR) (vedi mappa)

Tipologia: architettura religiosa e rituale; chiesa

Caratteri costruttivi:

  • strutture: pilastri in cemento armato
  • facciata: mattoni a correre (fianchi); mattoni in due cromie, a formare un motivo geometrico a base romboidale (facciata d'ingresso e campanile)
  • coperture: a capanna, con manto in coppi
  • serramenti: in ferro e legno

Cronologia:

  • progettazione: 1955
  • esecuzione: 1955
  • data di riferimento: 1955

Autori:

Uso: chiesa

Condizione giuridica: proprietà Ente religioso cattolico

Descrizione

La piccola chiesa disegnata da Edallo ha una pianta a navata unica, conclusa da un abside semicircolare in cui è collocato l'altare soprelevato. È stata realizzata su iniziativa privata, ad opera della famiglia Salvaneschi-Brambilla, proprietaria di una cascina posta nelle vicinanze. L'invaso religioso è illuminato da finestre ad arco a tutto sesto, aperte lungo i fianchi, e da due ampie bucature poste - sopra il portale d'ingresso, sulla facciata principale - ad inquadrare la nicchia predisposta per accogliere un mosaico raffigurante la Madonna. Quest'ultima, le bucature rettangolari e il portale sono inquadrati da elementi in marmo bianco posti a contrasto con le pareti verticali, arretrate sui fianchi per consentire di leggere la scansione strutturale dei pilastri che reggono la costruzione e trattate con mattoni a vista in due cromie a disegnare - sul fronte d'ingresso e sul campanile - un motivo geometrico a base romboidale. Anche il pavimento interno è scandito da una maglia geometrica, a base quadrata, in cui si alternano lastre in marmo bianco e fughe prospettiche realizzate in marmo verde Issogne, materiale poi riproposto per l'uniforme pavimentazione dell'area absidale. La chiesa è conclusa da un tetto a capanna, con le due falde rivestite in coppi.

Notizie storiche

I disegni conservati presso l'archivio Edallo mostrano come anche i fianchi della chiesa della Madonna della Campagna avrebbero dovuto essere realizzati con il motivo geometrico in due colori, e a base romboidale, che abbellisce la facciata principale. Lo stesso che Edallo disegnerà, di lì a poco, per la chiesa di Castelnuovo a Crema (1958). Probabilmente per questioni economiche, la versione costruita del progetto per Castelvisconti ha visto invece la scelta di un più semplice paramento in mattoni a correre.

Documentazione allegata

Fonti archivistiche

Archivio Storico Comunale, Crema (CR)

Archivio Amos Edallo, Crema (CR) - scheda fondo vedi »

Bibliografia

Edallo O./ Gentile G., Amos Edallo. Note biografiche, opere e scritti, Crema 1995

Amos Edallo. Centenario della nascita (1908-2008), Cremona 2009

Ciagà G.L. (a cura di), Gli archivi di architettura, design e grafica in Lombardia, Milano 2012, p. 123

Credits

Compilatore: Leoni, Maria Manuela (2015)
Responsabile scientifico testi: Irace, Fulvio