« LombardiaBeniCulturali
Sei in: Opere

Ampliamento dello stabilimento balneare Lido di Segrino
Eupilio (CO)

Indirizzo: Strada Statale 42 - Lago del Segrino, Eupilio (CO) (vedi mappa)

Tipologia: architettura per la residenza, il terziario e i servizi; impianto sportivo

Caratteri costruttivi:

  • strutture: pilastri e travi in legno
  • facciata: cemento gettato in opera; tamponamenti in legno
  • coperture: piana
  • serramenti: in metallo verniciato

Cronologia:

  • progettazione: 2002
  • esecuzione: 2003 - 2004
  • data di riferimento: 2002 - 2004

Committenza: Consorzio lago del Segrino

Autori:

  • progetto: Castelletti Marco
  • direzione lavori: Castelletti Marco
  • esecuzione: Impresa Cervinio - Tavernio

Uso:

  • (attuale) stabilimento balnere
  • (storico) stabilimento balneare

Condizione giuridica: proprietà Ente pubblico territoriale

Descrizione

L'obiettivo era quello di realizzare una struttura che potesse sia potenziare le attività sportive e ricreative legate al lago, sia di disegnare il paesaggio legandosi con le preesistenze naturalistiche e storiche. Per raggiungere questo è stato progettato un piccolo edificio che stabilisce un dialogo con la natura, nella quale è immerso, inserendosi con un profilo allungato tra la strada provinciale e la sponda del lago con un fronte che si sviluppa per 90 metri al di sotto della strada stessa lungo la pista ciclo-pedonale esistente. Il padiglione è chiuso verso la strada e verso la pista ciclabile da un muro di contenimento, progettato in modo da non impedire la vista del lago a chi percorra la pista ciclo-pedonale e realizzato mediante cemento gettato in opera e additivato con ossidi. L'accesso al lido è segnalato da una torretta, oltre l'ingresso, verso il lido. Il padiglione a palafitta appare sospeso sul terreno. Disegnato su una maglia quadrata di 5x5 metri, l'edificio ha un impianto planimetrico a "L" che individua due ambienti rettangolari porticati destinati uno agli spogliatoi, bagno turco, infermeria e locale di deposito, e l'altro allo spazio di ristoro, locali per il personale, centrale termica. Sull'atrio di ingresso aperto verso il lago, si affaccia la biglietteria, mentre al primo piano del volume emergente trova posto un piccolo ufficio per la gestione. Le banchine in legno si prolungano dai porticati collegando la struttura al lago e delimitando due aree funzionali: quella destinata alla balneazione e quella per l'attracco delle barche a remi.

Notizie storiche

Il padiglione, progettato nel 2002 da Marco Castelletti, sorge all'interno del Parco del lago del Segrino, in una zona al confine tra la province di Como e Lecco. Negli anni '70 il lago del Segrino versava in una situazione di degrado ed inquinamento. Agli inizi degli anni '80 le Amministrazioni locali hanno avviato un programma comune per il recupero e la salvaguardia del lago e del territorio circostante. Nel 1984, venne costituito un Parco Locale di Interesse Sovracomunale (PLIS) la cui gestione è stata affidata al Consorzio dei Comuni di Canzo, Eupilio e Longone al Segrino e la Comunità Montana del Triangolo Lariano, poi diventato Sito di Interesse Comunitario. Il Consorzio del Parco attua interventi diretti alla salvaguardia ambientale ed al recupero qualitativo delle acque, oltre ad attività di rinaturalizzazione dell'ecosistema locale. Il Parco inoltre promuove la gestione del turismo compatibile, arrivando a centomila presenze annue. Lo stabilimento balneare si situa in questa ottica di integrazione e valorizzazione ambientale. Il progetto è pluripremiato, tra il 2004 e il 2009 ha ricevuto cinque riconoscimenti in Italia e all'estero: AR+D Awards for emerging architecture - Londra (2004); Premio d'architettura 2006 "Architettura alpina" - Sexten (Alta Val Pusteria); Premio "Medaglia d'oro all'Architettura Italiana" - Triennale Milano-menzione d'onore (2006); Premio "Dedalo Minosse" - Vicenza (2008); Premio Ischia di architettura. Ischia (2009).

Bibliografia

Architectural Review, Lake poetry, 2004, n. 1294

Casabella, Stabilimento balneare, Milano 2005, n. 731

Irace F., Medaglia d'oro all'architettura italiana, 2006, Milano 2006

Castelnuovo E./ Ripamonti M.E., AL - Mensile d'informazione degli architetti lombardi, Intervista a Marco Castelletti, Milano 2009, n. 6, pp. 14-15

Ottagono, Stabilimento balneare sul lago di Segrino, Milano 2014, dicembre/gennaio

Credits

Compilatore: Premoli, Fulvia (2014); Servi, Maria Beatrice (2014)
Responsabile scientifico testi: Boriani, Maurizio