Chiesa dei SS. Nazzaro e Celso - complesso

Civate (LC)

Indirizzo: Via Statale, 2 (Fuori dal centro abitato, isolato) - La Santa, Civate (LC)

Tipologia generale: architettura religiosa e rituale

Tipologia specifica: chiesa

Configurazione strutturale: La chiesa si presenta nel suo aspetto settecentesco, con la facciata composta da un timpano triangolare sorretto da lesene ed Ŕ affiancata da due corpi laterali concepiti un tempo come ossari. Il portale in pietra Ŕ sormontato da una lunetta ad arco ribassato in cui Ŕ inserita una nicchia che doveva ospitare la statua della vergine. Il campanile, a pianta quadrata, Ŕ scandito da quattro cornici ed Ŕ collocato nel punto di incontro tra il corpo della navata e la casa del custode. Internamente presenta un'unica navata lunga e stretta che si apre nelle due cappelle laterali alle quali si accede appena superato l'ingresso principale da due porticine, che, se chiuse, le nascondono completamente. La navata Ŕ suddivisa in quattro campate con volta a botte e presbiterio rialzato. Dietro il presbiterio la sacrestia attraverso la quale si accede al campanile e alla casa del custode. Nella terza campata la zona di accesso alla cripta che Ŕ divisa da quattro colonne in tre piccole navate voltate.

Epoca di costruzione: sec. VIII - sec. XVIII

Uso attuale: intero bene: chiesa

Uso storico: intero bene: chiesa

Condizione giuridica: proprietÓ Ente religioso cattolico

Accessibilità: Apertura a richiesta presso la Parrocchia di Civate
Per informazioni e per prenotazioni di visite guidate:
DELL'ASSOCIAZIONE AMICI DI SAN PIETRO
info@amicidisanpietro.it
tel. 3463066590

Credits

Compilazione: Piefermi, Antonio (2006)

Aggiornamento: Piefermi, Antonio (2014)

Fotografie: Piefermi, Antonio

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).