Abito

ambito brianzolo, bottega di sartoria

Abito

Descrizione

Ambito culturale: ambito brianzolo, bottega di sartoria, Lombardia

Cronologia: 1912 ca.

Categoria: attività artigianali

Tipologia: abito

Materia e tecnica: cotone (taglio, cucitura); filo di cotone (ricamo, cucitura); fibra sintetica (taglio, cucitura)

Misure: 43 cm

Descrizione: Abito in cotone lavorato a strisce verticali di colore bianco, con inserti in pizzo ricamati ad uncinetto in cotone con motivi floreali. Modello con carrè che si allarga verso la base con maniche lunghe. Il davanti è caratterizzato da un inserto a fascia orizzontale in pizzo che divide il carrè dal corpino, incorniciato da bordino in passamaneria decorati con piccoli fiorellini. Scollatura quadrata rifinita con pizzo a disegni floreali eseguito all'uncinetto. Apertura nel centro dietro chiusa con un bottone e asola e tre automatici metallici. Le maniche sono decorate con due inserti in pizzo bordati da nastrini in passamaneria a livello del gomito e dei polsi.

Notizie storico-critiche: La camicia è un documento di cultura materiale che testimonia le tradizioni di una famiglia borghese brianzola all'inizio del Novecento. Acquistato a Vienna nel 1912 dalla famiglia Sorrentino per la figlia Luisa. Questo capo in origine era più corto e fungeva da camicetta, da abbinare ad altri indumenti. Successivamente è stato usato per vestire una bambola (n° inv. 2687 G/O), detta Italia.

Collocazione

Monza (MB), Museo Etnologico Monza e Brianza

Credits

Compilazione: Finzi Caimi, E. (1990)

Aggiornamento: Riva, R. (2004)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).