Abito

ambito brianzolo, bottega di sartoria

Abito

Descrizione

Ambito culturale: ambito brianzolo, bottega di sartoria, Lombardia

Cronologia: 1935 ca.

Categoria: attività artigianali

Tipologia: abito

Materia e tecnica: piquet di cotone (taglio, cucitura); merletto (ricamo a filet)

Misure: 80 cm

Descrizione: Abito lungo realizzato in piquet di cotone di colore bianco, con applicazioni in merletto lavorato a mano a filet. Modello tagliato in vita, con maniche lunghe che si stringono ai polsi, rifiniti con bordo in merletto e chiusi da un bottoncino in madreperla e asola. Il corpino è diritto con doppia applicazioni in merletto a sottolineare la scollatura rotonda e più in basso a disegnare una V che scende dalle spalle fino quasi alla vita. Apertura a tutta altezza nel centro dietro chiusa con tre bottoncini in madreperla e asole. La gonna è costituita da due teli cuciti nel centro davanti. E' fissata alla vita con pieghe aperte convergenti; una applicazione in merletto rifinisce la base e risale nel centro davanti da ambo le parti, fino quasi alla vita, creando una sorta di alette decorative.

Notizie storico-critiche: La camicia è un documento di cultura materiale che testimonia le tradizioni di una famiglia borghese brianzola nella prima metà del Novecento. In particolare questo abito venne indossato da alcuni componenti delle famiglie Dalla Verde Scaglione in occasione delle cerimonie di battesimo a partire dalla metà degli anni Trenta. La signora Ada Dalla Verde in Scaglione, mamma della donatrice, si sposò nel 1934.

Collocazione

Monza (MB), Museo Etnologico Monza e Brianza

Credits

Compilazione: Finzi Caimi, E. (2001)

Aggiornamento: Riva, R. (2004)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).