parrocchia della Beata Vergine Assunta sec. XVI - [1989]

Parrocchia della diocesi di Como. In epoca post-tridentina, la parrocchia plebana di Santa Maria di Berbenno fu, probabilmente non in modo stabile, sede vicariale. Alla metÓ del XVII secolo Berbenno era parte di un vicariato esteso al territorio del terziere di mezzo della Valtellina, articolato in congregazioni. Nel corso del XVIII secolo il vicariato di Berbenno era coincidente con l’originario territorio plebano, all’interno del quale nel tempo si erano venute a costituire nuove parrocchie.
Nel 1614, all'epoca della visita pastorale del vescovo Filippo Archinti nella pieve di Berbenno, la chiesa dell'Assunzione della Beata Maria di Berbenno era designata parrocchiale (Visita Archinti 1614-1615). Nel 1651 e nel 1758 la chiesa arcipresbiterale di Berbenno compare sotto il titolo di Santa Maria e San Pietro (Ecclesiae collegiatae 1651; Ecclesiae collegiatae 1758). Intorno al 1766, per sentenza della Sacra Congregazione del Concilio, la chiesa di Santa Maria divenne anche plebana e matrice (Visita Archinti 1614-1615; Salice 1950).
Nel 1798 sono attestate nella chiesa parrocchiale di Santa Maria di Berbenno le confraternite del Santissimo Sacramento e del Suffragio (Quesiti Amministrazione Adda e Oglio, 1798).
Nel 1893, anno della visita pastorale del vescovo Andrea Ferrari, Berbenno era sede vicariale. La rendita netta del beneficio parrocchiale arcipresbiterale era di lire 109.6. Entro i confini della parrocchia di Berbenno, di nomina vescovile, esistevano le chiese di Sant'Antonio abate di Regoledo, Sant'Abbondio di Polaggia, San Gregorio, San Pietro, antica parrocchiale, e gli oratori dell'Immacolata, di proprietÓ privata, in localitÓ Noghera, San Carlo, di proprietÓ della confraternita del Santissimo Sacramento, San Michele. Nella chiesa parrocchiale di Maria Santissima Assunta si avevano la confraternita del Santissimo Sacramento, sia maschile che femminile, e la scuola del Santissimo Rosario. Il numero dei parrocchiani era 2682 (Visita Ferrari, Vicariato di Berbenno).
Nel corso del XX secolo, la parrocchia di Berbenno Ŕ sempre stata sede vicariale; con il decreto 29 gennaio 1968, mediante il quale furono istituite le zone pastorali nella diocesi di Como, fu assegnata alla zona pastorale XIII della Media Valtellina e al vicariato di Berbenno (decreto 29 gennaio 1968) (Bollettino Ecclesiastico Ufficiale Diocesi di Como 1968); con il decreto 10 aprile 1984 fu inclusa nel vicariato A della Media Valtellina (decreto 10 aprile 1984) (Bollettino Ecclesiastico Ufficiale Diocesi di Como 1984).

ultima modifica: 03/03/2004

[ Alessandra Baretta ]