vicariato foraneo di Nesso sec. XVII - 1968

Il vicariato foraneo di Nesso, antica sede plebana, Ŕ attestato stabilmente a partire dal XVII secolo. Nel 1651 e ancora nel 1758 la pieve di Nesso risultava costituire un unico vicariato comprendente le parrocchie di Nesso, Pognana, Palanzo, Molina, Lemna, Brienno, Laglio, Veleso, Zelbio, Careno, alle quali si aggiunsero Erno e Carate nel corso del XVIII secolo (Ecclesiae collegiatae 1651; Ecclesiae collegiatae 1758; Ecclesiae collegiatae 1794).
Secondo quanto si desume dal confronto con la "nuova divisione dei distretti compresi nel Regno d'Italia e spettanti alla diocesi di Como per le scuole normali" compilata nel 1816, la "pieve o sia vicariato" di Nesso comprendeva le parrocchie di Pognana, Palanzo, Molina, Lemna, Brienno, Laglio, Veleso, Erno, Zelbio, Cerano, Carate (Distrettuazione pievana diocesi di Como, 1816).
Nell'elenco delle parrocchie distribuite per vicariati collocato in appendice agli atti del sinodo celebrato nel 1904 sono indicate come appartenenti al vicariato di Nesso le parrocchie di Nesso, Careno, Erno, Lemna, Molina, Palanzo, Pognana, Veleso, Zelbio e il pro vicariato di Laglio, che a sua volta comprendeva le parrocchie di Laglio, Brienno e Carate Lario (Elenco delle parrocchie, 1905).
In base al decreto 1 gennaio 1938 del vescovo Alessandro Macchi, con il quale furono rivisti e sistemati i confini dei vicariati foranei nella diocesi di Como, dal vicariato di Nesso furono staccate le parrocchie di San Giorgio di Lemna, Sant'Antonio di Molina, Sant'Ambrogio di Palanzo, che furono incluse nel nuovo vicariato di Torno, territorialmente compreso entro i confini dell’antica pieve di Zezio (decreto 1 gennaio 1938 I/2e). Nel vicariato di Nesso rimanevano le parrocchie di Erno, Careno, Pognana, Veleso, Zelbio (decreto 1 gennaio 1938 II/g) (Bollettino Ecclesiastico Ufficiale Diocesi di Como 1938).
Il vicariato foraneo di Nesso cess˛ di esistere solo con la revisione della struttura territoriale della diocesi di Como attuata nel 1968. Con il decreto 29 gennaio 1968 del vescovo Felice Bonomini, mediante il quale vennero abolite le vicarie fino ad allora esistenti, il territorio della diocesi di Como venne diviso in zone pastorali, comprendenti uno o pi¨ vicariati foranei; le parrocchie dell'antico vicariato di Nesso furono comprese nella zona pastorale VI del Lario e nel vicariato di Nesso (decreto 29 gennaio 1968) (Bollettino Ecclesiastico Ufficiale Diocesi di Como 1968).

ultima modifica: 03/01/2006

[ Federica Biava ]