parrocchia di San Zaccaria sec. XVI - [1989]

Parrocchia della diocesi di Tortona. La chiesa di San Zaccaria Ŕ attestata nel XVI secolo (Catalogo 1523) e negli atti dei sinodi diocesani convocati tra XVI e XVII secolo dai vescovi di Tortona, come chiesa parrocchiale plebana. Nei sinodi diocesani tenuti negli anni 1646, 1659, 1673, la chiesa parrocchiale plebana di San Zaccaria era inserita nella terza regione della diocesi; tale situazione permaneva ancora alla metÓ circa del XVIII secolo (Visita Resta 1742).
Secondo quanto si desume dagli atti della visita pastorale compiuta dal vescovo Paolo Aresi nel 1637, la parrocchia di San Zaccaria era iuspatrona al feudo di Rocca Susella. La parrocchia di San Zaccaria aveva un annuo reddito di ducati 100 e contava anime 125 di cui anime da comunione 70 (Visita Aresi 1630-1643). Alla fine del XVII secolo, nella chiesa parrocchiale plebana di San Zaccaria si avevano le compagnie del Santissimo Sacramento e della Dottrina Cristiana (Sinodo Settala 1673).
Nel 1686 la parrocchia di San Zaccaria contava fuochi 25, anime da comunione 120 (Visita pastorale 1686); nel 1742 contava oltre 69 fuochi, anime da comunione 150. In quest’ultimo anno il reddito del beneficio parrocchiale, comprendente vigneti e appezzamenti di terra, coltivi, prativi, boschivi da taglio e da castagne, ammontava a lire di Milano 1027 circa. Nella chiesa parrocchiale plebana di San Zaccaria si avevano le compagnie del Santissimo Sacramento e del Santissimo Rosario. Nel distretto della parrocchia di San Zaccaria esisteva l’oratorio di San Carlo, costruito nel 1738 (Visita Resta 1742).
La parrocchia di San Zaccaria rimase insignita del titolo di capopieve sino al 10 marzo 1806. Nel 1820 la parrocchia di San Zaccaria contava famiglie 37, parrocchiani 163 di cui anime da comunione 107, cresimati 78, cresimandi giÓ di anni sette 62 (Stato diocesi di Tortona, 1820). Nel 1843, anno del sinodo diocesano convocato da monsignor Negri, la parrocchia di San Zaccaria risultava appartenere al vicariato foraneo di Godiasco, incluso nel secondo distretto o regione della diocesi, facente capo a un vicario del vescovo (Sinodo Negri 1843). Negli atti del sinodo diocesano convocato nel 1898 dal vescovo Igino Bandi, la parrocchia arcipretale di San Zaccaria figura compresa nel vicariato XXVII di Godiasco, incluso nella regione VII di Godiasco (Sinodo Bandi 1898). Negli anni 1974-1975 e nel 1989, la parrocchia di San Zaccaria era ancora attribuita al vicariato di Godiasco, nella zona pastorale di Varzi (Annuario diocesi Tortona 1974-1975; Annuario diocesi Tortona 1989).

ultima modifica: 03/03/2004

[ Caterina Antonioni ]