parrocchia dell'Assunzione di Maria Vergine sec. XVI - [1989]

Parrocchia della diocesi di Tortona. La chiesa di Cegni risulta elencata tra le dipendenze della pieve di Fabbrica o Fabrica sin dal XVI secolo (Visita Ragazzoni 1576). La parrocchia Ŕ attestata nel XVI secolo (Toscani 1984), anche se fino al 1656 non fu autonoma, ma unita alla parrocchia di Cella (Goggi 1973; Goggi 1946). Negli atti dei sinodi diocesani convocati tra XVI e XVII secolo dai vescovi di Tortona, la parrocchia di Cegni Ŕ costantemente ricordata nella pieve di Fabbrica; in particolare negli anni 1646, 1659, 1673, la parrocchia di Cegni, con il titolo di Santa Maria, risultava compresa nella quarta regione della diocesi. Nella chiesa parrocchiale di Cegni si avevano le confraternite del Santissimo Corpo di Cristo, del Rosario, della Dottrina Cristiana. Entro i confini della parrocchia esistevano l’oratorio di San Giacomo apostolo, situato nella villa di Cignolo, e l’oratorio campestre della NativitÓ della Beata Maria Vergine (Sinodo Settala 1673).
Nel 1843, anno del sinodo diocesano convocato da monsignor Negri, la parrocchia di Cegni risultava sede vicariale, inclusa nel settimo distretto o regione della diocesi (Sinodo Negri 1843). Secondo quanto si desume dagli atti della prima visita pastorale compiuta da monsignor Igino Bandi nel 1891, la parrocchia dell’Assunzione di Maria Vergine contava abitanti 500, comprendendo una cascina e due frazioni. Il beneficio parrocchiale di Cegni era costituito solo da un piccolo prato, avendo come unica rendita la congrua assegnatole dal governo (Visita Bandi 1891).
Negli atti del sinodo diocesano convocato nel 1898 dal vescovo Igino Bandi, la parrocchia prepositurale di Cegni figura sede del vicariato XLIVII di Cegni, incluso nella regione XIII di Varzi (Sinodo Bandi 1898). Negli anni 1974-1975 e nel 1989, la parrocchia dell’Assunzione di Maria Vergine era attribuita al vicariato dell’Alta Valle Staffora, nella zona pastorale di Varzi (Annuario diocesi Tortona 1974-1975; Annuario diocesi Tortona 1989).

ultima modifica: 03/03/2004

[ Caterina Antonioni ]