parrocchia dei Santi Gervasio e Protasio martiri sec. XV - 1805

Parrocchia della diocesi di Pavia. La chiesa dei Santi Gervasio e Protasio martiri attestata dall'anno 476, epoca in cui ricopriva la funzione di cattedrale (Hudson 1987); tra le fonti di carattere generale, la parrocchia menzionata nei rogiti del cancelliere episcopale Albertolo Griffi degli anni 1370-1420 (Repertorio Griffi); ancora citata come parrocchia negli atti della visita pastorale compiuta nel 1460 da Amicus de Fossulanis (Toscani 1969) e successivamente nella visita apostolica di Angelo Peruzzi del 1576; in quello stesso anno la cura delle anime era affidata ai frati del Terz'Ordine di San Francesco; si contavano tra i parrocchiani 1000 anime da comunione (Bernorio 1971); elencata nel catasto teresiano degli anni 1751-1757.
Nel 1783 fu aggregata alla parrocchia di Sant'Invenzio. In base al decreto 22 giugno 1805 sulla riunione delle parrocchie nelle principali citt del regno d'Italia, che ebbe attuazione l'8 ottobre 1805, la parrocchia dei Santi Gervasio e Protasio martiri fu unita alla parrocchia di Santa Maria del Carmine; fu ripristinata nel 1920 (Toscani 1984).

ultima modifica: 03/03/2004

[ Mara Pozzi ]