Branda pieghevole

produzione italiana

Branda pieghevole

Descrizione

Categoria: equipaggiamento ed altri materiali

Materia e tecnica: legno/ sagomatura; ferro/ laminatura/ formatura

Cronologia: post 1918

Ambito culturale: produzione italiana

Oggetto: I due elementi strutturali della branda sono costituiti da tre travetti di legno assemblati a Z con robuste cerniere metalliche munite di agganci di chiusura per renderle solidali. Le due terminazioni di ognuna sono sagomate per fungere da impugnatura. Verso la parte interna delle impugnature sono presenti nella parte superiore altrettanti perni pieghevoli che connessi due a due mediante incastro vanno a formare il lato corto del telaio della branda. Nelle stesse posizioni, ma verso il lato inferiore dei travetti, sono fissati quattro sostegni pieghevoli che fungono da piedi del letto. Una tela con passanti (mancante in questo esemplare) infilata lungo le aste del telaio di sostegno completava la struttura della branda.

Notizie storiche: La società produttrice, la Officine Meccaniche di Milano (OM), ebbe la sua origine nella "A. Grondona Comi & C.", fondata nel 1847 da Felice Grondona già attivo presso l'officina del padre produttrice di carrozze. Le officine meccaniche Grondona furono a loro volta tra le più antiche società di costrizioni ferroviarie del milanese. Nel 1899 vennero rilevate dalla "Miani e Silvestri", azienda fondata nove anni prima, che nel 1918 si trasformò nella "OM", Officine Meccaniche già Miani e Silvestri & C.-A.Grondona Comi & C. Dalla fine del conflitto l'assetto societario è cambiato più volte fino al 2006, quando la OM con gli altri marchi "Linde" e "Still", insieme al settore Hydraulics, sono riuniti in "Kion Group".

Collocazione

Valfurva (SO), Museo Vallivo Valfurva "Mario Testorelli"

Credits

Compilazione: Bonetti, Luca (2015)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)