Pinza tagliareticolati

produzione italiana

Pinza tagliareticolati

Descrizione

Categoria: equipaggiamento ed altri materiali

Materia e tecnica: ferro/ fusione; legno/ tornitura

Cronologia: post 1900 - ante 1918

Ambito culturale: produzione italiana

Oggetto: Pinza tronchese di medie dimensioni realizzata con sei elementi principali: due ganasce troncatrici, due leve minori poste a X nel centro, e due leve maggiori costituenti i manici, questi ultimi nella parte terminale sono provvisti di lunghe impugnature in legno tornito che presentano al centro due anelli mobili in ferro. La ganascia maggiore sagomata a becco d'aquila per agevolare l'aggancio del filo da tagliare, i due denti troncanti sono sostituibili e realizzati in acciaio speciale, chiusi nella loro sede mediante fissaggio a vite. Il fulcro delle ganasce costituito da un bullone con dado, mentre i restanti elementi mobili che costituiscono il meccanismo della pinza sono assemblati con grossi rivetti.

Notizie storiche: Le missioni che avevano come obiettivo l'apertura di varchi tra i reticolati erano tra le pi rischiose, i soldati che vi prendevano parte venivano dotati talvolta di apposite corazze e scudi a divesa del tiro nemico. Le tipologie di pinze e tronchesi tagliafili sono varie in ogni esercito, se ne conoscono molti modelli tra i quali alcuni montati su asta e altri dispositivi, con medesima funzione, da utilizzare in coppia col fucile.

Collocazione

Bormio (SO), Museo Civico di Bormio

Credits

Compilazione: Bonetti, Luca (2011)

Aggiornamento: Bonetti, Luca (2015)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).