Allegoria in memoria di Maria Baccalini

Andreoli, Attilio

Allegoria in memoria di Maria Baccalini

Descrizione

Autore: Andreoli, Attilio (1877/ 1950)

Cronologia: post 1916

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: olio su tela

Misure: 100 cm x 130 cm

Notizie storico-critiche: La Baccalini, nel 1915, fece dono all'Ospedale Maggiore dello stabile di sua proprietÓ sito in Corso di Porta Ticinese 102, chiedendone l'usufrutto sotto forma di vitalizio. L'Ente ospedaliero, dopo un'attenta valutazione dell'effettiva entitÓ della donazione, nello stesso anno la accolse.
L'incarico di eseguire il dipinto per la Galleria dei Benefattori fu per˛ affidato dalla Commissione Artistica all'Andreoli soltanto il 21 giugno 1916. Da un sopralluogo presso lo studio del pittore il dipinto risultava finito il 15 dicembre 1916, anche se ricevette l'approvazione ufficiale della Commissione Artistica solo il 22 gennaio 1917.
Maria Baccalini, che aveva giÓ fatto sapere a voce di non volere il ritratto, ribadý la sua decisione in una lettera del 24 settembre, comunicando inoltre di aver concordato verbalmente con l'artista il tema dell'allegoria che voleva fosse dipinta. Non Ŕ dato sapere altro di questi accordi, nÚ quindi se la Commissione Artistica vi abbia imposto variazioni.
La figura di giovane donna in preghiera Ŕ la prima delle tre opere commissionate all'Andreoli per la Quadreria. Pur di fornte al tema allegorico, l'artista ha potuto godere nella composizione di ampia libertÓ espressiva, che gli ha permesso anche di dare sfogo alle sue doti di colorista. L'opera appartiene al suo periodo giovanile, ancora legato alla tarda Scapigliatura.

Collocazione

Provincia di Milano

Ente sanitario proprietario: Fondazione IRCCS Ca' Granda Ospedale Maggiore Policlinico

Credits

Compilazione: Pola, Francesca (2005)

Aggiornamento: Cassinelli, Daniele (2007); Rebora, Sergio (2007)