Ritratto d'uomo

Moroni, Giovan Battista (maniera)

Ritratto d'uomo

Descrizione

Autore: Moroni, Giovan Battista (maniera) (1520-1524/ 1578)

Ambito culturale: ambito bergamasco

Cronologia: ca. 1575 - ca. 1599

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: tela/ pittura a olio

Misure: 75 cm x 94,8 cm (intero)

Descrizione: Il soggetto è ritratto di tre quarti, stante, appoggiato ad un muretto su cui posa la mano sinistra. Dall'abito scuro spuntano una lattuga sul collo e due bordure di pizzo ai polsi. Ai fianchi cinge la spada di cui si vede l'elsa. Sul muretto sono appoggiati in primo piano due guanti chiari. Sguardo concentrato e insieme distaccato del personaggio ritratto; la vibrante situazione luminosa si riflette nei trapassi tra luce e ombra segnati sui peli della barba e nell'incarnato del volto reso mediante una tonalità rossiccia.
Il dipinto è inserito in una semplice cornice in legno modanato e dorato.

Notizie storico-critiche: Il dipinto in questione è una copia di un'opera del Moroni 'Ritratto di Gerolamo Vertova' presente a Bergamo in collezione privata. E' molto probabile che il ritratto di Moroni sia tra quelli che l'Angelini e il Beltramelli citavano genericamente in casa Vertova.
Gerolamo Vertova fu marito di Lucia Vertova Agosti, il cui ritratto è conservato a Nantes. Nel ritrarre il Vertova, appartenente a un'importante famiglia bergamasca, consigliere della città, e pronipote della badessa Lucrezia Agliardi Vertova di cui il Moroni eseguì il ritratto conservato al Metropolitan Museum, il pittore accompagna all'eleganza internazionale del costume un atteggiamento studiato e di ispirazione manierista, che tuttavia non impedisce una resa pittorica di intensa naturalezza specialmente nella testa e nelle mani.

Collocazione

Provincia di Bergamo

Ente sanitario proprietario: A.S.S.T. Papa Giovanni XXIII

Credits

Compilazione: Iorio, Patrizia (2009)

Aggiornamento: Basilico, Andrea (2013); Gigante, Rita (2014)