Balaustro del giardino e della fossa del castello di Austerlitz

Martinelli, Domenico

Balaustro del giardino e della fossa del castello di Austerlitz

Descrizione

Autore: Martinelli, Domenico (1650-1718)

Cronologia: post 1695

Tipologia: disegno

Materia e tecnica: carta / grafite

Misure: 324 mm x 972 mm

Descrizione: disegno sagomato che conserva tracce della preliminare costruzione a grafite; è eseguito con tiralinee e compasso; il disegno è tracciato su supporto di carta avorio composto da sette fogli incollati

Notizie storico-critiche: Nella "Spiegazione dei Numeri" del tomo nel quale era rilevato, il disegno viene definito: "Balaustri, che si dovranno praticare nella balaustrata al Casino, e intorno alla Fossa".
Il modano è ritagliato lungo tutti i bordi seguendo il profilo disegnato con riga e compasso; sulla metà sinistra sono visibili le numerose linee orizzontali e verticali che definiscono gli esatti rapporti delle modanature, poi ripassate a mano libera. Sulla sagoma si possono inoltre notare dei pentimenti: uno in corrispondenza dello pseudo echino superiore, che viene ampliato inglobando il sottostante listello; un secondo pentimento in corrispondenza dell'astralago immediatamente al di sotto, che viene anch'esso ingrandito e, infine, alla base, dove due tasselli di carta aggiunti in un secondo momento mostrano una soluzione diversa da quella indicata dalle linee precedentemente tracciate a matita.
Non sappiamo se questa balaustra per il giardino e il fossato è stata effettivamente realizzata e poi demolita come è avvenuto per il casino; oggi a protezione del fossato si trova un parapetto in ferro.

Collocazione

Milano (MI), Civiche Raccolte Grafiche e Fotografiche. Gabinetto dei Disegni

Credits

Compilazione: Resmini, Monica (2007)

Aggiornamento: Resmini, Monica (2009)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).