INTERNO DI APPARTAMENTO

Vicentini Enzo

INTERNO DI APPARTAMENTO

Descrizione

Autore: Vicentini Enzo (1921/), autore

Cronologia: 1979

Tipologia: disegno

Materia e tecnica: matite su carta

Misure: 500 mm x 595 mm

Descrizione: Interno di un appartamento; sulla parete di fondo, illuminata da una fonte di luce sulla sinistra, sono segnate con minuzia le crepe, un chiodo, una presa elettrica; nell'angolo inferiore destro Ŕ raffigurata parzialmente una pianta verde e in quello inferiore sinistro un cassettone con sopra una radio; in alto, un piccolo lampadario.

Notizie storico-critiche: In questo disegno del 1979 Ŕ evidente la consonanza con i temi e i modi della grafica di Gianfranco Ferroni, collega col quale Vicentini ha diviso per anni lo studio in via Balbo a Milano. La rappresentazione Ŕ minuziosa e fedele, iperrealista; i soggetti ritratti sono quasi sempre spazi esterni desolati, o, come nel caso di questo disegno, interni di appartamenti spogli, con vaste pareti nude, mosse dalla luce e animate solo dalla presenza di pochi oggetti che evocano esistenze umane assenti.
In quegli stessi anni, a cominciare dal 1971, la raffigurazione degli spazi chiusi, dei muri screpolati, delle tappezzerie Ŕ presente anche nella produzione scultorea dell'artista, attraverso la quale Vicentini si distingue come il rappresentante di una sorta di Realismo Esistenziale in scultura con una ricerca che si avvale anche della lezione pop e iperrealista.
Come scrive Rossana Bossaglia, il tema principale dell'opera di Vicentini "scultorea o pittorica che sia - sempre che queste definizioni siano valide a rappresentare le sue tecniche e i suoi modi espressivi - Ŕ quello della parvenza, "dell'impossibilitÓ, per le cose e per gli eventi, di darsi come presenza diretta, facendosi essi presenza soltanto attraverso la memoria." (Bossaglia, 1987).

Collocazione

Milano (MI), Fondazione Davide Lajolo

Credits

Compilazione: Ciottoli Sollazzo, Nora (2005)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)