Cattura di Cristo

Da Ponte, Francesco detto Francesco Bassano

Cattura di Cristo

Descrizione

Autore: Da Ponte, Francesco detto Francesco Bassano (Bassano del Grappa, 1549 circa - Venezia 1592), pittore

Ambito culturale: Scuola veneta

Cronologia: post 1589 - 1592

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: tela/ pittura a olio

Misure: 132 cm x 262 cm

Notizie storico-critiche: Il dipinto, insieme al "Cristo spogliato" (inv. 163), era parte di un ciclo di tele dedicate alla Passione di Cristo realizzate per la chiesa di Sant'Antonio abate di Brescia. La chiesa venne distrutta da un incendio nel 1699, mentre le tele vennero trasportate nel vicino Collegio dei Gesuiti. La "Cattura di Cristo" reca tracce di questo evento nell'incresparsi a grumi del colore nella zona inferiore vicino alla mano e alla testa dell'uomo riverso a terra. In seguito alla soppressione della chiesa i dipinti passarono in proprietÓ a Paolo Brognoli e dopo il 1834 vennero vendute. Tre di queste tele attorno al 1884 entrano nella collezione di Vincenzo Favenza e due vengono in seguito donate al Museo Civico Ala Ponzone con riferimento a Jacopo Bassano. Il corretto riferimento a
Francesco Bassano viene nei primi decenni del Novecento grazie ad un intervento di restauro che permette di leggerne la firma. Il dipinto godette di notevole fortuna tanto che Robert Picou (1593-1671) ne trasse un'incisione ad acquaforte.

Collezione: Collezioni del Museo Civico Ala Ponzone

Collocazione

Cremona (CR), Museo Civico Ala Ponzone

Credits

Compilazione: Colace, Raffaella (1998)

Aggiornamento: Miscioscia, Annunziata (2014)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).