Vaso

Gambetta, Mario

Vaso

Descrizione

Identificazione: Amore

Denominazione: Amore

Autore: Gambetta, Mario (1886-1968), scultore

Cronologia: 1930

Tipologia: ceramiche e porcellane

Materia e tecnica: terracotta/ smaltatura

Misure: 42,5 cm x Ø 41,4 cm (intero)

Descrizione: Grande vaso in monocromia turchina, con struttura a coppa dall'orlo leggermente estroflesso e poggiante su una base ad anello. Foggiato al tornio, il vaso presenta decorazioni a rilievo che ne animano le superfici lisce. La decorazione, strutturata su due piani, dedicata al tema dell'amore in particolari alle fasi dell'innamoramento: nel piano superiore protagonista la fanciulla amata; il piano inferiore, quello principale, teatro del corteggiamento da parte dell'innamorato.
La storia ha tre momenti principali: la serenata che il giovane innamorato dedica alla fanciulla affacciata alla finestra; la discesa della fanciulla grazie alla scala portata dal giovane; i due innamorati mano nella mano attraversano un grande arco mentre alle loro spalle svolazza un cartiglio con la scritta AMORE.

Notizie storico-critiche: Il grande vaso fu acquistato dalla fondazione Augusto Richard alla "IV Triennale delle Arti Decorative e Industriali" a Monza nel 1930. L'opera proviene da Albisola, e appartiene a quella vasta produzione di artisti che nella prima met del Novecento riscoprirono la ceramica come mezzo espressivo. Le forme, l'elegante grafismo, l'impostazione stilistica denunciano un esplicito rimando a uno stilizzato arcaismo di stampo novecentista.
Il vaso, realizzato in proprio dall'artista, opera di Mario Gambetta (1886-1968), confermato dalla firma posta sotto la base accompagnata dal simbolo grafico di un tridente.

Collocazione

Milano (MI), Raccolte Artistiche del Castello Sforzesco. Raccolte d'Arte Applicata

Credits

Compilazione: Bertocco, Mattia Alberto (2015)

Aggiornamento: Vertechy, Alessandra (2016)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).