Alzata

ambito pavese

Alzata

Descrizione

Identificazione: San Domenico

Denominazione: Alzata con San Domenico

Ambito culturale: ambito pavese

Cronologia: ca 1780 - ca 1800

Tipologia: ceramiche e porcellane

Materia e tecnica: maiolica

Misure: Ø 27,3 cm

Descrizione: Alzata o fruttiera in smalto bianco, con bordo mistilineo rialzato e aggettante, a tesa stretta e piede ad anello. Al centro della maiolica raffigurato San Domenico su un'isola di terra con piantine. Il Santo ha la mano sinistra alzata a indicare il cielo, mentre la destra, abbassata, stringe un libro. Il bordo dell'alzata tratteggiato da un filetto in manganese dal quale pende una sequenza di foglie schematiche in alternanza cromatica, dal verde, al bruno-arancio, finanche al blu. L'esterno privo di decorazioni e marca.

Notizie storico-critiche: L'alzata proviene dalla collezione del legato Alessandro Durini, ed accostabile alla produzione pavese della fine del XVIII secolo. Il pezzo riconducibile a una serie omogenea di alzate con forma simile e raffigurazione centrale a soggetto religioso. L'alzata con San Domenico, insieme con altre tre raffiguranti la Madonna Immacolata e la Madonna Addolorata, oggi esposte al Collegio Borromeo di Pavia, paiono tutte attribuibili alla mano di un medesimo autore.

Collocazione

Milano (MI), Raccolte Artistiche del Castello Sforzesco. Raccolte d'Arte Applicata

Credits

Compilazione: Sanson, Angela (2015)

Aggiornamento: Vertechy, Alessandra (2016)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).