Accuratissima / DOMINII VENETI / IN ITALIA / DUCATUS PARMAE, PLACENTIAE / MODENAE REGII / ET MANTUAE / EPISCOPATUS[QUE] TRIDENTINI / Tabula quae est / LOMBARDIA INFERIOR

De Wit Frederick

Accuratissima / DOMINII VENETI / IN ITALIA / DUCATUS PARMAE, PLACENTIAE / MODENAE REGII / ET MANTUAE / EPISCOPATUS[QUE] TRIDENTINI / Tabula quae est / LOMBARDIA INFERIOR

Descrizione

Identificazione: CARTA DELLO STATO VENETO E STATI LIMITROFI

Autore: De Wit Frederick (1610/ 1698), disegnatore

Cronologia: ca. 1680

Oggetto: stampa colorata a mano

Soggetto: cartografia

Materia e tecnica: calcografia; acquerello

Misure: 620 mm x 500 mm (Parte incisa)

Notizie storico-critiche: La carta (incisione in rame a colori) raffigura l'Italia nord-orientale. In particolare essa visualizza i territori della cosiddetta "Lombardia Inferior", elencati nel titolo all'angolo superiore sinistro, entro un cerchio formato da quattro putti in atto di reggere sette scudi destinati a includere stemmi. La mancanza di iscrizioni e disegni all'interno di questi ultimi elementi lascia supporre che la carta non sia stata terminata. Il quarto scudo dall'alto č sormontato da una mitria vescovile ed era probabilmente destinato a includere lo stemma del vescovato di Trento. All'angolo opposto della carta, in basso a destra, compaiono le scale; assente la legenda.
Pubblicata ad Amsterdam da F. De Wit attorno al 1680, la carta ha conosciuto pił stati successivi e ha fornito il disegno per parte di immagini cartografiche di dimensioni maggiori, comprendenti anche l'Italia nord-occidentale.
Sul retro manoscritto a penna il numero "113" (grafia d'epoca?).

Collocazione

Mantova (MN), Museo della Cittą

Credits

Compilazione: Marocchi, G. (2009)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).