Rappresentazioni allegoriche di trentasei racconti poetici (Mitate sanjuroku ku sen)

Kunisada; Gengyo Miyagi

Rappresentazioni allegoriche di trentasei racconti poetici (Mitate sanjuroku ku sen)

Descrizione

Identificazione: Samurai con ragazza

Autore: Kunisada (1786-1865 ca.), incisore; Gengyo Miyagi (1817-1880), inventore

Cronologia: ca. 1857

Oggetto: stampa smarginata

Soggetto: mitologia

Materia e tecnica: carta da gelso/ xilografia policroma

Misure: 249 mm x 365 mm

Notizie storico-critiche: I musei pavesi vantano un curioso, seppur piccolo, nucleo di ukiyo-e arrivato grazie alla lungimiranza di Renato S˛riga (1881-1939). Questi lasci˛ le opere, giÓ parte della sua collezione privata, al museo di cui era stato conservatore dal 1910 fino alla sua morte nel 1939. Si tratta di due diverse serie opera dell'artista Kunisada Utagawa (1786-1865), riunite in un volume unico che ci Ŕ stato conservato sfascicolato.

La serie di Mitate o Parodia di trentasei racconti poetici (nelle collezioni del museo si conservano solo 29 fogli su 36 appunto), opera di Kunisada su disegni di Gengyo Miyagi, fa riferimento a una celeberrima antologia poetica classica, da cui prende lo spunto per fondere temi 'alti' classici e letteratura popolare del tempo, e raffigura gli attori pi¨ famosi del tempo, che dal 1842 era vietato ritrarre causa restrizioni relative all'ukiyo-e.

In ciascun foglio di queste Rappresentazioni allegoriche, la struttura Ŕ costante: la ripartizione in riquadri prevede in alto a destra il nome del libro, accanto il titolo della scena e il nome del disegnatore. Il riquadro a sinistra, pi¨ grande, accoglie la poesia con un'immagine. Nel margine in basso a sinistra rispetto alla scena principale compaiono i sigilli che si riferiscono all'incisore e allo stampatore.
Le stampe sono state tutte desunte da legni di dimensioni analoghe, del formato cosiddetto oban, di circa 360x250 mm, verticale.
Tutti i fogli presentano la firma di Kunisada Utagawa all'interno del cartello rosso verticale che culmina con l'immagine gialla stilizzata dell'anello (toshidama), simbolo della scuola di Utagawa di Edo.

Il foglio qui schedato presenta la raffigurazione degli attori Iwai Kumesabur˘ III nel ruolo di Koman e Kataoka Nizaemon VIII nel ruolo di Gengobei.

Collocazione

Pavia (PV), Musei Civici di Pavia

Credits

Compilazione: Aldovini, Laura (2021)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).