Palazzo della Toro Assicurazioni

Bergamo (BG)

Indirizzo: Piazza della LibertÓ 8-11 (Nel centro abitato, isolato) - Bergamo (BG)

Tipologia generale: architettura per la residenza, il terziario e i servizi

Tipologia specifica: palazzo

Configurazione strutturale: Edificio con pianta a L; fondazioni in calcestruzzo armato; muratura mista; pilastri in calcestruzzo armato; solai in calcestruzzo; tetto a padiglione

Epoca di costruzione: 11/02/1947 - 17/02/1948

Autori: Angelini, Luigi, progetto; Angelini, Sandro, sopraelevazione

Descrizione

Il palazzo Ŕ ubicato sul lato orientale di piazza della LibertÓ e si affaccia con gli altri tre fronti sulle vie Petrarca, Locatelli e sulla piazzetta S. Marco. Planimetricamente Ŕ costituito da due blocchi disposti a L che si elevano per tre piani fuori terra e sono uniti al centro del lato meridionale da un volume pi¨ basso in corrispondenza del quale il porticato del piano terra diventa un passaggio largo otto metri verso la piazza antistante la chiesa. In questo punto il portico muta gli elementi di sostegno: i pilastri rivestiti di marmo di S. Benedetto sono sostituiti da coppie di colonne binate in pietra, riproposte anche al centro della facciata su piazza della LibertÓ a sottolineare l'ingresso dell'edificio.
Ai piani superiori le facciate sono rivestite con lastre di marmo giallo di Verona e le aperture presentano una cornice in sottosquadro. All'ultimo piano sono inserite ampie logge trabeate su colonne in marmo di Zandobbio.

Notizie storiche

In occasione del trasferimento dell'ospedale nella nuova struttura inaugurata nel 1930, e della conseguente costruzione su parte dell'area della Casa Littoria, nel 1937 furono eseguite alcune permute di terreni tra l'azienda ospedaliera e il Comune di Bergamo. La suddivisione dell'area, realizzata in base al piano regolatore della zona predisposto dal Comune, si qualificava quale prosecuzione del piano redatto da Marcello Piacentini per il nuovo centro cittadino. Nel documento stipulato tra i nuovi proprietari dei lotti, erano stabilite anche le modalitÓ di costruzione e le caratteristiche degli edifici che dovevano delimitare l'attuale piazza della LibertÓ.
Sul terreno antistante la chiesa di S. Marco, acquistato dalla SocietÓ Immobiliare dell'Industria Bergamasca, sarebbe dovuto sorgere un edificio con planimetria a L, vincolato ad una sistemazione a portici sui tre lati prospettanti la piazza e le vie Petrarca e Locatelli. Subentrata nella proprietÓ la SocietÓ per Azioni Impianti Tessili di Milano, questa incaricava nel febbraio 1947 l'ingegnere Luigi Angelini di predisporre il progetto. La soluzione sottoposta al parere della Commissione Edilizia prevedeva l'eliminazione dei portici sulla piazza, e la creazione di un portico aperto tra via Verdi e il sagrato della chiesa, garantendo in questo modo la visibilitÓ della sua facciata settecentesca. La proposta, nonostante i vincoli previsti nell'atto di suddivisione delle aree, venne accolta.

Uso attuale: piani superiori: residenziale; piani superiori: uffici; piano terra: commerciale

Uso storico: piani superiori: residenziale, uffici; piano terra: commerciale

Condizione giuridica: proprietÓ privata

Accessibilità: Accessibilità limitata agli ambienti per il pubblico.

Fonti e Documenti

Progetto Casa La Magione

Progetto sopraelevazione della Casa La Magione

Credits

Compilazione: Oscar, Paolo (2014); Resmini, Monica (2014)

Descrizione e notizie storiche: Resmini, Monica

Fotografie: Oscar, Paolo

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).