Tabucchi Antonio (Pisa 1943 -)

Progetto: UniversitÓ degli Studi di Pavia: repertorio degli archivi letterari lombardi del Novecento

Professione: narratore; saggista; traduttore; drammaturgo; docente universitario

Nato a Pisa. Durante gli anni dell'universitÓ, intraprende numerosi viaggi in Europa. Si laurea nel 1969 con Silvio Guarnieri e Luciana Stegagno Picchio con una tesi sul Surrealismo in Portogallo. Si perfeziona alla Scuola Normale Superiore di Pisa e viene chiamato ad insegnare Lingua e letteratura portoghese, nel 1973 a Bologna, nel 1978 a Genova, poi a Siena. Vive tra Lisbona e la Toscana. Collabora alle pagine culturali del "Corriere della Sera" e del "PaÝs".
Tra le sue opere narrative: Piazza d'Italia (1975), Il gioco del rovescio e altri racconti (1981), Donna di Porto Pim e altre storie (1983), Notturno indiano (1984), Requiem (1992), Sostiene Pereira (1994), Piccoli equivoci senza importanza (1995), La testa perduta di Damasceno Monteiro (1997), Si sta facendo sempre pi¨ tardi. Romanzo in forma di lettere (2001).
Traduttore, con MarÝa JosÚ de Lancastre, di Fernando Pessoa, ha dedicato all'autore portoghese anche una raccolta di saggi e una commedia teatrale.
[Cfr. DLI, p. 685]

Bibliografia
- DLI = Dizionario della Letteratura italiana, a cura di Sergio Blazina, Milano, Garzanti, 2005 (Storia della Letteratura Italiana, fondata da Emilio Cecchi e Natalino Sapegno, vol. XIV)

Compilatori
Albesano Silvia