Bottai Giuseppe (Roma 1895 settembre 3 - Roma 1959 gennaio 9)

Progetto: UniversitÓ degli Studi di Pavia: repertorio degli archivi letterari lombardi del Novecento

Professione: giurista; giornalista

Nasce a Roma; volontario nella prima guerra mondiale, nel 1919, al termine del conflitto, collabora alla fondazione dei Fasci di Combattimento. Nel 1921, dopo la laurea in Giurisprudenza, dirige la redazione romana del "Popolo d'Italia" e viene eletto alla Camera dei Deputati; sottosegretario alle Corporazioni (1926-1929), poi ministro (1929-1932), e titolare della cattedra di diritto corporativo all'UniversitÓ La Sapienza di Roma. Dal 1933 al 1934 assume la presidenza dell' Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale, nel 1935 Ŕ governatore di Roma, e nel maggio del 1936, per poco meno di un mese, Governatore di Addis Abeba. Ritornato in Italia, Ŕ nominato ministro dell'Educazione Nazionale, incarico che lascerÓ nel febbraio del 1943.
Nella seduta del Gran Consiglio del 24 luglio 1943, vota contro Mussolini, per poi fuggire, arruolandosi nella Legione straniera e combattendo contro i tedeschi in Francia e Germania.
Ha fondato le riviste "Critica fascista" (1923), "Primato" (1940), e "abc" (1953).
[Per una pi¨ ampia informazione biografica: http://www.fondazionemondadori.it/bottai/]

Compilatori
Albesano Silvia