Offerta a Pomona

Teosa Giuseppe

Offerta a Pomona

Descrizione

Autore: Teosa Giuseppe (1758-1760/ 1848)

Cronologia: ca. 1790

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: affresco staccato riportato su tela

Misure: 204,5 cm x 292 cm

Descrizione: Al centro di un giardino con alti alberi che fanno da quinta laterale, si trova la statua della dea Pomona a cui una mamma con il bambino, alcuni giovani e anche due uomini anziani portano frutti in omaggio; davanti alla statua Ŕ acceso un braciere a tripode.

Notizie storico-critiche: Proveniente dalla villa Rusmina sulla via per Cologne, l'affresco, che si trovava sul fondo del muro di confine del giardino, fu strappato dal bergamasco Giuseppe Riva nel 1914 e donato dalla proprietaria, la contessa Paolina Faglia Terinelli, alla Pinacoteca. GiÓ assai consunto dal tempo, l'affresco era in condizioni critiche di conservazione e il recente restauro ha potuto solo rimediare a questo precario stato di conservazione, limitando al minimo gli interventi di carattere estetico e ricostruttivo. La scena, ambientata in un giardino, vede al centro, su un alto basamento, la statua della dea Pomona venerata da due gruppi di persone che le portano doni. Impostato secondo i canoni del classicismo tardo settecentesco e con profondi debiti alla sintassi neoclassica, l'affresco dall'andamento simmetrico e semplificato, mostra tutti i caratteri tipici dell'accademismo teosano, solo un po' raddolcito da certe secchezze che saranno dell'artista negli affreschi per il palazzo Martinengo Cesaresco in via Trieste a Brescia dove forte si fa sentire il rapporto col Manfredini. Qui, piuttosto, pare di scorgere ancora qualcosa del procedere arcadico dei primi anni della formazione dell'artista, compiuti al seguito del trevigliese Fabrizio Galliari e per questo pare possibile confermare la datazione attorno al 1790 proposta da Terraroli.

Collezione: Raccolte d'arte della Fondazione Biblioteca Morcelli-Pinacoteca Repossi

Collocazione

Chiari (BS), Pinacoteca Repossi

Credits

Compilazione: Fusari, Giuseppe (2006); Scorsetti, Monica (2006)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).