Cristo e l'Adultera

Teosa Giuseppe

Cristo e l'Adultera

Descrizione

Autore: Teosa Giuseppe (1758-1760/ 1848)

Cronologia: 1828 - 1830

Tipologia: disegno

Materia e tecnica: matita/ biacca su carta preparata

Misure: 538 mm x 321 mm

Descrizione: Al centro della composizione, sulla sinistra, si vede l'Adultera in piedi ed in lacrime; sulla destra si vede Cristo chianto a raccogliere una pietra; alle loro spalle, in semicerchio, vi sono gli uomini che avrebbero dovuto lapidare la donna e che sono rimasti sorpresi dall'intervento di Cristo.

Notizie storico-critiche: La decorazione della parrocchiale di Provezze, come ha accertato Bedoschi (2000-2001, p. 104), risale agli anni 1828-1830. Nella chiesa l'artista realizzò alcune medaglie ad affresco raffiguranti episodi del Vangelo tra i quali, nella seconda campata della navata centrale, Cristo e l'adultera, tratto dal Vangelo di san Giovanni. Il disegno conservato nella Pinacoteca Repossi è da considerarsi il bozzetto definitivo per tale composizione; il taglio prospettico fortemente scorciato è motivato dalla posizione dell'affresco che non impedisce, però, all'artista di tradurre con efficacia il segno enfatico di Cristo che, piegato a terra, sta scrivendo (e non, come afferma Terraroli, raccogliendo una pietra), concentrandosi perciò sull'istante di massima tensione del racconto. Le figure, dotate di forte senso plastico, sono delineate nel disegno attraverso tratti decisi, sottolineati da interventi ad acquerello e a biacca. I caratteri della grammatica neoclassica sono ben visibili nella costruzione a bassorilievo della scena e nella costruzione quasi simmetrica dell'insieme. Come ha notato ancora Bedoschi (2000-2001, p. 104), i personaggi con il turbante e le figure femminili di questa scena sono ripresi in parte dall'affresco con la Risurrezione di Lazzaro, compiuto dall'artista nel 1807-1808 nella parrocchiale di Provaglio d'Iseo.

Collezione: Raccolte d'arte della Fondazione Biblioteca Morcelli-Pinacoteca Repossi

Collocazione

Chiari (BS), Pinacoteca Repossi

Credits

Compilazione: Fusari, Giuseppe (2006); Scorsetti, Monica (2006)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).