Baccante con cimbali

Cantofoli, Ginevra

Baccante con cimbali

Descrizione

Autore: Cantofoli, Ginevra (1618/ 1672)

Cronologia: post 1640 - ante 1660ca. 1660 - ca. 1670

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: tela/ pittura a olio

Misure: 60,2 cm x 75,7 cm

Notizie storico-critiche: I cimbali legati alle mani, il serto d'edera che corona la testa e il viso trasognato, sono gli elementi che identificano questa giovane donna in una baccante, figura che nell'antichitÓ classica era dedita a venerare Bacco (per i greci Dioniso) con danze e canti fino a renderla folle. L'opera Ŕ attribuita a Ginevra Cantofoli, pittrice bolognese recentemente riscoperta, che mostra nella sua produzione artistica una predilezione per questi soggetti allegorici femminili, dagli incarnati brillanti e ben torniti dal chiaro-scuro. I suoi riferimenti furono i grandi maestri del Seicento bolognese, da Guido Reni (1575-1642) a Domenichino (1581-1641). Il dipinto giunse nella collezione Lechi forse per ereditÓ dalla famiglia Polini. (Notizie storico-critiche relative al progetto di aggiornamento di catalogazione del 2013-2014).

Collezione: Collezione privata Luigi e Piero Lechi

Collocazione

Montichiari (BS), Sistema Museale Montichiari Musei. Museo Lechi

Credits

Compilazione: D'Attoma, Barbara (2005)

Aggiornamento: Boletti, Elisa (2013)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).